HarmonyOS, tutto confermato: ecco quando arriverà

HarmonyOS debutterà finalmente ad aprile e Mate X2 sarà il primo smartphone a riceverlo sotto forma di aggiornamento.

HarmonyOS uscita
HarmonyOS sarà lanciato ad aprile (AdobeStock)

Huawei abbozza gli ultimi ritocchi in vista del lancio di HarmonyOS, sistema operativo proprietario pronto a sfidare a testa alta i rivali Android e iOS. Il debutto dello sfruculiante progetto non è troppo lontano e anzi si invererà già durante il corso del mese di aprile, come peraltro confermato in queste ore dallo stesso gigante di Shenzhen. Ad abbracciare il nuovo corso sarà in primo luogo Mate X2, smartphone pieghevole presentato lo scorso febbraio, in attesa di una distribuzione assai più capillare e generalizzata, anche appannaggio degli smartphone in commercio.

Tutto sembra insomma esser pronto e in quest’ottica appaiono decisive le scadenze indicate da Huawei, che dopo aver testato ad inizio mese la terza versione beta di HarmonyOS, si prepara adesso alla beta finale. Un ultimo e decisivo passaggio prima del rilascio in pompa magna del sistema operativo, installato peraltro nativamente sulla serie Huawei P50 attesa a maggio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Huawei AppGallery corre veloce: numeri in crescita e novità estetiche

HarmonyOS sarà installato sul 90% degli smartphone Huawei

Huawei HarmonyOS
Huawei Mate X2 sarà il primo smartphone a ricevere l’aggiornamento ad HarmonyOS

Come riportato nei giorni scorsi, HarmonyOS sarà installato sotto forma di aggiornamento sulla maggior parte degli smartphone Huawei, complice una sostanziale compatibilità con addirittura il 90% dei dispositivi smerciati finora. Probabile, a questo punto, che il rilascio su Mate X2 possa esser seguito a stretto giro con i top di gamma dello scorso anno, ossia Mate 40 e P40, per poi abbracciare gradatamente tutti gli altri terminali in circolazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Huawei, non soltanto smartphone: ad aprile arriverà anche un tablet

Il progetto del colosso cinese è senza dubbio ambizioso e mira a realizzare un ecosistema sulla falsariga di Apple. Non sappiamo quali saranno le peculiarità software dei prossimi Huawei P50, ma appare lecito attendersi grossi miglioramenti sotto il fronte fotografico, da sempre fiore all’occhiello dei flagship dell’azienda. Affidabili rumors hanno in quest’ottica anticipato la presenza di un generoso sensore pronto a migliorare la qualità degli scatti in notturna, mentre sotto il fronte estetico ci aspettiamo la solita certosina cura di Huawei, peraltro anticipata da alcuni render dei giorni scorsi.