Huawei P50 Pro non sta nella pelle e si mostra nelle prime immagini

Huawei P50 Pro si mostra in alcune immagini render confermando la sua vocazione di smartphone fortemente improntato sulla qualità fotografica.

Huawei P50 Pro design
Ecco come potrebbe essere il nuovo Huawei P50 Pro (Fonte: Voice.com – Steve Hemmerstoffer)

Huawei continua a lavorare alacremente in vista del debutto commerciale dei rinnovati smartphone di punta, peraltro i primi ad essere equipaggiati dal sistema operativo proprietario HarmonyOS. Non sappiamo ancora molto sulle principali caratteristiche tecniche, se non per due dettagli di non poco conto: la presenza del processore Kirin 9000 e, soprattutto, una attenzione certosina verso il comparto fotografico. Una mossa, quest’ultima, pronta ad ingolosire gli amanti degli scatti e a questo punto vera “killer feature” per soppesare l’assenza dei servizi Google.

L’assoluto sbilanciamento verso le fotocamere è emblematicamente dimostrato dagli ultimi render divulgati in rete e aventi come protagonista Huawei P50 Pro, versione che assieme a quella contrassegnata dal suffisso “Plus” dovrebbe condensare i migliori cambiamenti sotto tal fronte. Dando uno sguardo alle immagini anticipate dall’affidabile Steve Hemmerstoffer, emerge in primo luogo un mastodontico modulo fotografico incastonato sulla parte posteriore, quasi a voler rimarcare e al tempo stesso enfatizzare le potenzialità dei sensori scelti da Huawei. Inequivocabili sono in tal senso i due enormi obiettivi a forma circolare, di cui uno inteso come principale, mentre l’altro dovrebbe essere di tipo periscopico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Huawei AppGallery corre veloce: numeri in crescita e novità estetiche

Huawei P50 Pro arriverà ad aprile

Huawei P50 Pro render
La parte frontale e posteriore di Huawei P50 Pro (Fonte: Voice.com – Steve Hemmerstoffer)

L’elemento distintivo della fotocamera di Huawei P50 Pro sarà comunque il sensore Sony IMX800, complice la ragguardevole dimensione di un pollice: tale accorgimento permetterà sulla carta di migliorare la qualità degli scatti in ogni condizione di luce, con particolare riguardo alle fotografie in notturna.

Volgendo lo sguardo invece alla parte frontale, il dispositivo in questione farà sfoggio di un ampio display da 6,6 pollici impreziosito da bordi curvi, lettore di impronte digitali e cornici sottilissime. C’è anche un piccolo foro per la fotocamera frontale, diretta conseguenza dell’abbandono della configurazione dual-selfie adottata da Huawei sul precedente – ma ancora estremamente attuale – P40 Pro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Anche Huawei si allinea agli smartphone con display secondario

La gamma P50 dovrebbe essere presentata ad aprile e sarà accompagnata da un nuovo tablet top di gamma appartenente alla gamma Mate. In ambedue i casi, scontata la presenza di HarmonyOS e dei servizi Huawei.