Android per aprire e chiudere l’auto: è finita l’era delle chiavi

Android per aprire e chiudere la macchina, è questo il nuovo progetto di Google per cercare di creare qualcosa di incredibile e rivoluzionare il futuro.

Chiavi macchina
Android vuole rendere obsolete le chiavi della macchina (Screenshot)

Quante volte abbiamo perso le chiavi dell’auto? Spesso, molto spesso. Purtroppo. Tra le tantissime cose che giornalmente dobbiamo fare, ricordare, portare a termine, ecco che qualche volta la mente è troppo oberata a fare altro. Inoltre il rischio che possano rubarcele, clonarle e utilizzarle contro di noi è un rischio concreto, e quindi anche un altro stress quotidiano da tenere costantemente a mente. Per questo, per rendere sempre più smart e facile da utilizzare tutto quello che ci circonda, si starebbe creando un’incredibile sinergia tra Google e Secure Elements. E i frutti di questa collaborazione potrebbero avere degli effetti a lungo termine incredibilmente interessanti, perfino spartiacque. Infatti si parla di un nuovissimo modo di intendere la tecnologia e e soprattutto di proteggere una delle cose a cui più teniamo: la nostra auto.

LEGGI ANCHE >>> Instagram, patiti di Stories? Arriva la funzionalità delle funzionalità

Smartphone Android per aprire e chiudere l’auto: chiavi obsolete

Android
Android per la macchina del futuro (Pixabay)

Google ha da poco annunciato Android Ready SE Alliance. Una vera e propria alleanza, intesa come collaborazione, con il gruppo Secure Elements per cambiare la sicurezza della propria auto. In particolare l’obiettivo è quello di rendere obsolete le chiavi della macchina, trasformando il nostro smartphone in un dispositivo in grado di sbloccare e bloccare la macchina. In questo modo sarà necessario soltanto avere il vostro smartphone Android con voi per poter accedere e mettere al sicuro la vostra automobile.

LEGGI ANCHE >>> Un report mostra quali app sono meno virtuose in tema di privacy

Ovviamente è necessario però che vi siano degli standard e un certo tipo di tecnologia. “Questa operazione viene in genere eseguita sui dispositivi Android utilizzando un Keymaster supportato da hardware implementato in un ambiente isolato”, si legge nel comunicato ufficiale, “come Trusted Execution Environment“. Insomma, il futuro della sicurezza per quanto concerne le automobili potrebbe essere già a portata di mano, nelle tasche di tutti noi.