Huawei Mate 50, non tutto è perduto: le indiscrezioni dalla Cina

Novità da Weibo: l’uscita della serie Huawei Mate 50 non sarebbe stata cancellata, ma non rispetterà le date di uscita iniziali.

Huawei Mate 50
Gli ultimi dettagli sull’uscita della linea Huawei Mate 50 (Pixabay)

@菊厂影业Fans è un nome noto tra gli appassionati di smartphone di produzione cinese: uno dei più famosi informatori della piattaforma Weibo ha riportato delle nuove indiscrezioni che smentiscono le voci sulla cancellazione della serie di flagship di Huawei, risollevando le speranze per una delle uscite più attese, inizialmente programmata per il secondo semestre del 2021.

Gli smartphone di fascia alta Huawei, secondo il leaker, sarebbero in dirittura d’arrivo, ma con un ritardo significativo: la serie Mate 50 non vedrà la luce nel 2021. Il debutto potrebbe essere stato rimandato al 2022, ma al momento non ci sono conferme né rumours su una possibile data di uscita. L’informatore ha invitato il pubblico a diffidarsi delle voci false sulla cancellazione, e offerto il 2022 come data indicativa, ma potrebbe trattarsi di una speculazione troppo ottimista.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 in un nuovo colore: questo sì che è un gradito ritorno

Non solo rumour: i motivi ufficiali del ritardo di Huawei Mate 50

Huawei Headquarter (Adobe Stock)
Huawei Headquarter (Adobe Stock)

La notizia ha ricevuto una conferma, annunciata in un rapporto del China Securities Journal. I design dei dispositivi della serie Huawei Mate 50 sono stati finalizzati, ma le cause del ritardo sono da ricercare nella produzione: la carenza di forniture non permette all’azienda di decidere quando avvierà la produzione di massa. Un’esitazione comprensibile, considerata anche la situazione particolare di Huawei, che ha subito un significativo crollo delle vendite nel Q1 2021.

A subire le conseguenze delle difficoltà del produzione non è solo la serie Mate 50 ma anche la nuova richiestissima gamma P50, la prima linea di dispositivi nativa con HarmonyOS e funzionalità esclusive. I fan chiedono a gran voce sul web, ma Huawei aveva già annunciato l’incertezza del lancio all’evento di presentazione di HarmonyOS 2.

LEGGI ANCHE >>> Il Texas interviene sui termostati smart a distanza: il controllo (legale) delle case dei cittadini