Whatsapp e messaggi vocali, la beta rivela nuove funzioni estremamente comode

Onda su onda. O più semplicemente “Forme d’onda… vocali”. E’ il nome della nuova versione beta di WhatsApp per Android, denominata 2.21.18.3, contrassegnata come aggiornamento compatibile.

WhatsApp (Adobe Stock)
WhatsApp (Adobe Stock)

La messaggistica numero uno al mondo per utenti, nonostante un 2021 alquanto complicato causa politica sulla privacy, sta lentamente implementando la funzione, a piccoli passi, il che significa che per le modifiche pensate da uno degli alfieri di Facebook, passerà del tempo prima delle abilitazioni. Tant’è.

Whatsapp, ascoltare il messaggio vocale è meno complicato di prima

WhatsApp
WhatsApp

Dopo aver implementato le forme d’onda vocali per l’aggiornamento beta iOS 2.21.170.15 , WhatsApp sta finalmente sviluppando le stesse funzionalità per specifici utenti Android. Nel particolare, l’applicazione creata da Jan Koum e da Brian Acton, due ex impiegati della società informatica Yahoo nel 2009, ha implementato due funzionalità. La prima mostra proprio le forme d’onda della voce in tempo reale e la possibilità di interrompere la registrazione del messaggio vocale.

La seconda caratteristica, invece, riguarda la possibilità di ascoltare il messaggio vocale registrato prima di inviarlo. In passato era già possibile ascoltare il messaggio vocale in questa modalità, ma la procedura era molto complicata da avviare. Oggi WhatsApp la sta semplificando, implementando, come rivela il sempre aggiornato wabetainfo, un pulsante di arresto tramite il quale puoi ascoltare rapidamente il messaggio vocale. Se non ti piace il messaggio vocale registrato, puoi eliminarlo tranquillamente. La versione beta è compatibile sia per iOS sia per Android.

Intanto però Whatsapp deve difendersi da un codice dannoso, che sta dando fastidio ai milioni di utenti. Si chiama FMWhatsapp ed è stata scoperta da Kaspersky. Questa mod diffonde sull’applicazione il Trojan mobile Triada, che a sua volta scarica altri Trojan, con la conseguenza di essere inondati da annunci pubblicitari, oppure il rischio di sottoscrivere abbonamenti indesiderati, oppure intercettare gli SMS degli utenti.

Nel ricercare versioni più user-friendly, gli utenti possono imbattersi in versioni modificate di WhatsApp, che forniscono molte più opzioni rispetto alla versione ufficiale: ed è qui che ci sono molti cybercriminali che ne approfittano, diffondendo codici dannosi proprio attraverso la pubblicità.

LEGGI ANCHE >>> Xiaomi, arrivano alcuni dettagli chiavi della serie 11T

Nella mod FMWhatsapp, il Trojan Triada funge da mediatore, raccogliendo dati sullo smartphone dell’utente e scaricando uno degli altri Trojan in grado di lanciare annunci pubblicitari in modo indipendente, così da rendere le vittime vulnerabili ad attività illegali, svolte attraverso l’utilizzo della smartphone infettato.

LEGGI ANCHE >>> Come attivare il Picture-in-Picture di YouTube sugli iPhone e iPad

Con questa applicazione è difficile per gli utenti riconoscere la minaccia a cui vanno incontro, perché la mod fa effettivamente ciò che promette: offre funzionalità aggiuntive”. Spiega Igor Golovin, security expert di Kaspersky, con le dichiarazioni riprese anche dall’Adnkronos. “Abbiamo osservato che i criminali informatici hanno iniziato a diffondere file dannosi attraverso gli annunci pubblicitari in tali applicazioni – evidenzia – per questo motivo consigliamo di utilizzare solo i software di messaggistica scaricati dagli app store ufficiali”.