Whatsapp, come messaggiare se stessi: il trucco per ricordare tutto

whatsapp gif
La funzione rende le chat più simpatiche e d'impatto (Adobe Stock)

Whatsapp, come messaggiare se stessi: ecco il trucco per avere un posto dove inviare tutto quello che dobbiamo ricordare.

Oggi minuto milioni di persone comunicano con Whatsapp. La piattaforma di messagistica istantanea è stata protagonista di un’ascesa che ha pochi altri esempi nel mondo delle app. In particolare dopo l’acquisizione da parte di Mark Zuckerberg e l’entrata a tutti gli effetti nel suo universo, l’icona con il cellulare verde ha scoperto una nuova fase di ascesa. Oggi se vogliamo comunicare qualcosa tendenzialmente, salvo rari casi, si usa Whatsapp. Ed ecco che, anche complice il Covid-19, conversazioni di lavoro, di studio e anche amicali si spostano tutte quante sulla piattaforma, che con messaggi vocali e la possibilità di chiamare ha rivoluzionato per sempre la telefonia. Ma si può usare Whatsapp per messaggiare se stessi? La risposta è sì, ed è anche molto semplice.

LEGGI ANCHE —> Android, come cancellare i messaggi WhatsApp oltre il tempo massimo

Whatsapp, come messaggiare se stessi: il trucco per ricordare tutto

Whatsapp (pixabay)

Certe volte vediamo delle cose interessanti e sentiamo la necessità di salvarle in qualche modo, senza riuscirci. La memoria non ci aiuta più di certo, e questo ci porta ad usare la tecnologia. Ma aprire un blocco note non sempre è semplice e certe volte ce ne dimentichiamo. Con Whatsapp, invece, il rischio non sussisterebbe, dato che parliamo di una chat che avremmo sempre sott’occhio. Ma possiamo mandare messaggi a noi stessi? Sì. Il trucco è facile. Vi basterà creare un gruppo Whatsapp con altre persone, meglio se parenti o conoscenti a cui dovremo spiegare tutto. Fatto ciò, eliminare proprio queste altre persone dal gruppo. Ci troveremo quindi in una chat dove saremo da soli, e che potremo riempire di link, foto e promemoria da tenere sempre sott’occhio.

LEGGI ANCHE –> Whatsapp addio, non funzionerà più su alcuni smartphone: ecco quali