Smartphone da gaming, caratteristiche da urlo per il nuovo gioiello Redmi

Redmi presenterà a giorni il suo smartphone da gaming, le cui caratteristiche tecniche sono già state anticipate da indiscrezioni asiatiche. Da valutare il debutto in Italia.

smartphone da gaming Redmi
Redmi presenterà a giorni il suo smartphone da gaming (Screenshot Redmi)

Anche Redmi entra a “gamba tesa” nel sempre più affollato settore degli smartphone da gaming. La controllata di Xiaomi dovrebbe infatti presentare un nuovo dispositivo espressamente congegnato per i videogiocatori incalliti, il cui debutto è atteso a giorni in Cina. Non sappiamo ancora quali saranno le strategie commerciali globali dell’azienda asiatica, ma potrebbe anche darsi che tale prodotto possa sbarcare anche nelle nostre latitudini, magari sotto nomenclature differenti: il recente caso di Poco F3 (mero re-branding di Redmi K40) e di Xiaomi Mi 11i (l’alter-ego di Redmi K40 Pro) costituiscono d’altronde una riprova evidentissima.

In ogni caso, le caratteristiche tecniche del nuovo smartphone Redmi non sembrano ormai un mistero, quantomeno nel suo impianto scheletrico di partenza. Una indiscrezione proveniente dalla Cina ha infatti fatto chiarezza sull’argomento, snocciolando le tre peculiarità distintive del dispositivo. Spicca, in primo luogo, la presenza del processore Dimensity 1200 di MediaTek, chipset costruito con processo produttivo a 6 nanometri e destinato a rappresentare una validissima alternativa alle più gettonate soluzioni di Qualcomm. L’intenzione di Redmi è insomma presto detta: mettere a disposizione dei gamers uno smartphone in grado di coniugare potenza bruta e prezzo di listino ridotto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 11 Ultra vs Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max: sfida tra fotocamere – VIDEO

Attenzione certosina al display

smartphone da gaming economico
Il display dello smartphone da gaming di Redmi avrà una frequenza di aggiornamento da 144Hz (Screenshot Redmi)

Oltre al processore, lo smartphone per videogiocatori immaginato dal sodalizio cinese verterà anche sul supporto di un ampio display Samsung E4 AMOLED – probabilmente lo stesso di Redmi K40 – impreziosito tuttavia da alcune “chicche” di ragguardevole importanza, come il touch sampling a 360Hz e, soprattutto, la frequenza di aggiornamento a 144 Hz, già utilizzata da Xiaomi con la serie Mi 10T (che però era strutturata da un display di tipo IPS).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 11 Ultra apprezzato in tutto ma non nel… nome

Completeranno il quadro la mastodontica batteria da 5.000 mAh e il supporto alla ricarica rapida da 67W, già presente peraltro sugli ultimi smartphone Xiaomi di fascia altissima. Insomma, Redmi vuol prendere per la gola i videogiocatori, sfruttando anche un proverbiale prezzo di listino aggressivo, come da tradizione del brand: stando alle ultime indiscrezioni raccolte, il costo di partenza non dovrebbe superare i 1.999 Yuan, corrispondenti al cambio in appena 305 euro.