Samsung re degli smartphone pieghevoli: i numeri non lasciano scampo alla concorrenza

Samsung ci ha visto lungo con gli smartphone pieghevoli e le strategie dell’azienda coreana stanno dando i primi importanti frutti.

Samsung smartphone pieghevoli quota mercato
L’impressionante quota mercato degli smartphone pieghevoli di Samsung (AdobeStock)

Samsung leader assoluto del mercato degli smartphone pieghevoli. Parole e musica di Counterpoint Research, la cui analisi sviluppata nei giorni scorsi conferma le ottime performance commerciali raggranellate dall’azienda coreana.

I numeri condivisi dagli analisti non lasciano adito a dubbi: a fronte di una mastodontica quota mercato pari all’88%, Samsung occupa in scioltezza la prima piazza nella speciale graduatoria relativa alla distribuzione degli smartphone pieghevoli. Interessanti sono anche le proiezioni future e le comparizioni con il passato: il numero di Galaxy Fold spediti in questo prima metà di 2021 è praticamente il doppio rispetto a quelle orchestrate durante l’analoga finestra temporale dello scorso anno. E il futuro non può che essere positivo, anche alla luce dei rinnovati Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3 attesi l’undici agosto, con il primo impreziosito addirittura dalla presenza dell’inedita S-Pen Pro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nemmeno gli Amazon Kindle sono al sicuro: un malware può prendere il controllo del dispositivo

Le ragioni del successo degli smartphone pieghevoli di Samsung

Samsung smartphone pieghevoli quota mercato
Il dominio di Samsung verrà spazzato con il lancio del primo iPhone pieghevole di Apple? (AdobeStock)

Ad ogni buon conto, il successo di Samsung può essere spiegato a fronte di una pluralità di motivazioni. In primo luogo, l’aver battuto i rivali sul tempo: l’azienda coreana è stata infatti la prima in assoluto a immettere sul mercato uno smartphone pieghevole.

In seconda battuta, la credibilità guadagnata agli occhi dei consumatori: i Galaxy Fold sono stati migliorati di generazione in generazione, acquisendo – al contrario di alcuni progetti “fumosi” della concorrenza, troppo ancorati alle specifiche tecniche – quella maturità necessaria per confezionare un’esperienza d’uso completa, appagante e senza compromessi, tale da giustificare il salatissimo esborso chiesto da Samsung.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WindTre in discesa verticale: persi 1,5 milioni di clienti

La domanda è: quanto durerà il dominio di Samsung? Counterpoint Research non proferisce parole, ma appare ovvio che lo sguardo sembra essere rivolto ad Apple, ancora assente “ingiustificato” nel particolare settore. L’immissione sul mercato del primo iPhone pieghevole potrebbe mettere in difficoltà un’azienda che viaggia come un treno. E chissà che questo importante vantaggio non diventi incolmabile per la concorrenza.