Poco F2 sarà meglio del previsto: ecco alcune specifiche tecniche

Nuove voci confermano l’implementazione di un processore top di gamma all’interno di Poco F2: il chipset in questione potrebbe essere lo Snapdragon 860, peraltro in predicato di essere ufficializzato da Qualcomm nelle prossime settimane.

Poco F2 processore
(AdobeStock)

Poco F2 continua ad essere al centro dell’attenzione dopo alcune incoraggianti anticipazioni rilasciate giorni addietro da un dirigente dell’azienda cinese, peraltro recentemente staccatasi dall’orbita di Xiaomi. Il nuovo smartphone Android improntato sul rapporto qualità-prezzo non dovrebbe infatti rimpinguare il segmento intermedio del mercato mobile – così come invece vociferato dapprincipio – bensì ingrossare le fila dei top di gamma, stante la presenza del più importante (nonché potentissimo) chipset firmato Qualcomm.

Una riprova è in tal senso offerta da alcuni rumors divulgati da Xiaomimiui, che hanno abbozzato in queste ore la presunta scheda tecnica del prossimo smartphone di Poco. L’elemento distintivo poggerebbe per l’appunto sul processore, ossia lo Snapdragon 860, del quale si aspetta peraltro l’ufficialità a stretto giro di posta. Di concerto con il system-on-chip, Poco X2 dovrebbe altresì far sfoggio di un pannello di tipo AMOLED a risoluzione Full-HD+ impreziosito dal supporto al refresh rate a 120Hz; resta invece ancora avvolta nel mistero la dimensione del display, forse compresa nella forbice tra i 6,5 e i 6,7 pollici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp Web, novità in arrivo per migliorare la sicurezza

Poco F2 avrà una fotocamera principale da 48 megapixel

Poco F2 uscita
Android (PixaBay)

Per il resto, nessuno scostamento di rilievo in ordine alle restanti caratteristiche hardware di Poco X2. Il comparto fotografico dello smartphone dovrebbe infatti far leva su quattro sensori, di cui il principale da 48 megapixel (verosimilmente prodotto da Samsung od Omnivision), mentre la batteria da 5.260mAh garantirà senza dubbio ottimi riscontri in termini di autonomia. Confermatissima invece la presenza del tag NFC.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Smart working e bollette, quanto consumiamo quando lavoriamo da casa

Resta da capire quali saranno i prezzi praticati da Poco per il suo nuovo dispositivo Android di punta e in tal senso non sarebbe sorprendente un listino aggressivo, sulla falsariga del capostipite Pocophone F1. Ad ogni buon conto, le prossime settimane saranno decisive per il futuro di Poco F2, ormai sempre più vicino a fare il suo approdo ufficiale sul mercato.