iOS 15.2, ecco come bloccare foto esplicite sugli iPhone dei bambini

Con l’arrivo di iOS 15.2, c’è anche la possibilità di bloccare foto esplicite sugli iPhone dei più piccoli. Ecco come fare

ios 15.2 20211219 cellulari.it
La versione 15.2 di iOS si aggiorna con una feature per i più piccoli (Adobe Stock)

Da tempo, Apple tiene conto degli utenti più piccoli e della loro sicurezza in rete. Sia su iPhone che su iPad sono già state lanciate alcune funzioni molto utili in questo senso, ma il lavoro da parte degli sviluppatori non sembra essere ancora finito. Col rilascio di iOS 15.2, infatti, entra a far parte dell’ecosistema Apple una nuova feature utilissima.

C’è infatti la possibilità di bloccare foto esplicite e di nudo per tutti gli utenti più piccolo. Si chiama “Sicurezza della comunicazione” e servirà a: “Proteggere tuo figlio dalla visualizzazione o dalla condivisone di foto che contengono nudità nell’app Messaggi“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, bonus TV prorogato e decoder gratis a casa: tutte le novità

iOS 15.2, come attivare la funzione “Sicurezza della comunicazione”

ios 15.2 20211219 cellulari.it
Ecco i passaggi da seguire per attivarla subito (screenshot)

Con iOS 15.2, è finalmente disponibile per tutti la nuova funzione “Sicurezza della comunicazione“. Si tratta di uno strumento utile per proteggere gli utenti più piccoli. Se l’app Messaggi rileva che un utente più piccolo ricevere o invia foto di nudo, l’app sfoca in automatico l’immagine e fornisce indicazioni adeguate all’età per guidarlo verso una scelta corretta. Per attivare il tutto, bisogna andare su Impostazioni e quindi su Tempo di utilizzo. Scorrendo verso il basso, si potrà selezionare il bambino per il quale si vuole attivare la feature di sicurezza.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Una nuova minaccia si abbatte sugli iPhone: scoperto lo spyware Predator

A questo punto, basterà cliccare su Sicurezza della comunicazione e attivare l’interruttore di monitoraggio delle foto con nudità. Apple ha ideato questa feature in modo che l’elaborazione venga eseguita totalmente in locale sul dispositivo. Nessun dato verrà dunque condiviso coi server dell’azienda, e non verrà tantomeno persa la crittografia end-to-end. Se anche voi avete un device con iOS 15.2, potete sin da ora attivare la nuova funzionalità in pochi e semplici passaggi.