I satelliti di Urano nascondono molto più di quanto ci si aspettava: l’incredibile scoperta

La teoria sta prendendo sempre più piede. I satelliti di Urano potrebbero nascondere molto più di quanto ci si aspettava

urano
Sui satelliti di Urano potrebbero esserci degli oceani, svela una ricerca (Adobe Stock)

Una notizia che ha dell’incredibile. Le due più grandi lune di Urano, ossia Titania e Oberon, potrebbero nascondere degli Oceani al di sotto della superficie ghiacciata. In superficie, infatti, le temperature si aggirano intorno ai -200°C, ma sotto potrebbe esserci un clima più “mite”. A rivelarlo una ricerca portata avanti dai ricercatori Carver Bierson dell’Università di Arizona e Francis Nimmo dell’Università della California.

Lo studio verrà presto pubblicato sulla rivista Icarus, e fornirà ulteriori dettagli su una possibile sensazionale rivelazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elon Musk e l’inquietante profezia su cosa ne sarà della Terra nei prossimi anni

Satelliti di Urano che nascondono oceani? La scoperta

acqua urano
Ecco cosa hanno scoperto due ricercatori americani a riguardo (Adobe Stock)

I satelliti di Urano Titania e Oberon potrebbero nascondere oceani. Una possibile scoperta che ha del sensazionale, e che si scontra con le precedenti ricerche. Fino ad oggi, infatti, si pensava fosse improbabile la presenza di acqua allo stato liquido sulle lune più grandi del pianeta. I due ricercatori Bierson e Nimmo hanno però voluto indagare in maniera più approfondita, arrivando a questa conclusione: l’acqua potrebbe essere mantenuta allo stato liquido dal calore generato dal decadimento degli elementi radioattivi presenti nei loro nuclei.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Radiazioni nucleari per generare una connessione Wi-Fi

Come spiega la ricerca stessa, fattore determinante è la porosità degli scudi di ghiaccio che hanno il “compito” di proteggere la parte interna dei due satelliti. Una crosta con meno pori riuscirebbe a condurre meglio il calore, disperdendolo nello spazio. Sempre secondo quanto spiegato dai ricercatori, se la porosità di Titania fosse del 12%, il calore potrebbe essere sufficiente per mantenere un oceano profondo un chilometro allo stato liquido. Stessi calcoli per Oberon, che è molto simile all’altra luna. Possiamo aspettarci future missioni su Urano, così da fornire maggiori dettagli su questo argomento tanto affascinante quanto sconosciuto.