Google, quante novità nelle app Sfondi e Fit: i dettagli dei nuovi aggiornamenti

È tempo di nuovi aggiornamenti delle app Google: in arrivo particolari aggiunte alle app Sfondi e Fit

novità app Google Sfondi Fit
Nuovi aggiornamenti per due app Google (Unsplash)

Google ha ufficializzato nelle scorse ore il rilascio di alcuni aggiornamenti software per due applicazioni molto in voga tra gli utenti, di cui una installata peraltro di fabbrica sugli smartphone Pixel: si tratta, nello specifico, delle app Sfondi e Fit.

Dopo le due aggiunte – seppur in beta – pensate appositamente per la gamma Google Pixel 6, Big G continua insomma ad arricchire i propri software e le novità pensate dagli sviluppatori troveranno certamente il consenso degli utenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Novità su novità per Instagram. Dopo i Reel, tocca alle Stories

Le novità delle nuove versioni delle app Sfondi e Google Fit

novità app Google Sfondi Fit
Il grafico per gli stadi del sonno della versione 2.69 di Google Fit (Immagine by 9To5Google)

Volgendo lo sguardo all’app Sfondi di Google, rimarchiamo l’inserimento di un nuovo set di sfondi pensato per commemorare il National Native American Indian Heritage Month: all’interno della sezione “Curated Culture”, sarà infatti possibile scaricare tre particolari wallpaper destinati ad arricchire la personalizzazione degli smartphone, anche grazie al perfetto connubio con il linguaggio estetico del Material UI introdotto con l’ultima versione Android 12. Per il download occorrerà essere in possesso di un Pixel 3 o modelli successivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma 2.0: Gualtieri vuole affidare la gestione del traffico a Google

Se la prima novità di Google è pensata più che altro per i Pixel, la seconda aggiunta strizza invece l’occhio a Nest Hub, lo smart speaker di Big G ufficializzato nella prima metà del 2021. Il nuovo aggiornamento dell’app Google Fit, disponibile per l’appunto gratuitamente sul Play Store, ha il pregio di introdurre un utile tool grafico per monitorare meglio le fasi del sonno, offrendo informazioni precise sulla qualità e sulla frequenza respiratoria. Allo stato attuale, le informazioni non sono ancora visibili sullo schermo di Nest Hub, ma siamo certi che la situazione si sbloccherà già a partire dalle prossime settimane.

Si tratta comunque di una novità importante, anche perché gli sviluppatori di Google hanno voluto migliorare la rilevazione dei disturbi notturni captati da Nest Hub.