Gli USA vogliono investigare sugli UFO e aprono una nuova task force

Una vera e propria task force, pensata per investigare sugli UFO e sui troppi fenomeni inspiegabili registrati negli USA

ufo usa
Gli Usa hanno lanciato una nuova task force per le indagini sugli UFO (Adobe Stock)

Gli Stati Uniti hanno deciso di fare un passo in avanti, creando una vera e propria task force per indagare sugli UFO, ossia dei fenomeni aerei non identificati. Il nucleo di investigazione verrà identificato come Airborne Object Identification and Management Synchronization Group (AOIMSG) e punta a fare più chiarezza sugli oggetti volanti.

Questo perché, proprio su suolo americano, sono stati identificati diversi fenomeni inspiegabili. Secondo quanto si legge nel rapporto consegnato lo scorso 25 giugno dall’Intelligence americana al Congresso, non si è riusciti né a identificare l’origine né a fornire spiegazioni plausibili alle loro caratteristiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bill Gates ha scelto la location: dove sorgerà il suo primo reattore nucleare

Nasce una nuova task force per lo studio degli UFO: i dettagli

usa ufo
Stanziati ancor più fondi per strumentologie di ricerca avanzate (Adobe Stock)

Si vuole andare sempre più a fondo dell’argomento. Negli USA, sono stati anziati nuovi fondi per migliorare la strumentazione e indagare sui misteriosi fenomeni degli UFO registrati nell’ultimo periodo. L’AOIMSG avrà il compito unico di concentrarsi su quanto successo e su quanto probabilmente succederà, cercando di dare una spiegazione plausibile agli strani ed identificati oggetti volanti. Il nuovo organismo investigativo è stato istituito proprio nel cuore dell’Ufficio di intelligence e sicurezza del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> I satelliti di Urano nascondono molto più di quanto ci si aspettava: l’incredibile scoperta

Tutto il team di ricerca scelto si concentrerà sui fenomeni che si verificheranno a ridosso delle aree definite come spazio aereo a uso speciale. Non è stata scartata l’ipotesi aliena, anche se si pensa che molto presumibilmente si tratti di droni lanciati da Paesi potenzialmente ostili. Un esempio può essere il veicolo ipersonico cinese presentato la scorsa estate, capace di fare il giro del mondo e di sganciare un missile tattico a velocità più volte superiori a quella del suono.