Spotify si aggiorna ed integra una nuova feature che ricorda TikTok

L’ultimo aggiornamento di Spotify ricorda molto il concept di TikTok e servirà a scoprire nuova musica

spotify
La nuova funzione di Spotify ricorda da vicino il funzionamento di TikTok (Unsplash)

La piattaforma di streaming musicale numero uno al mondo è Spotify. Con un comodo abbonamento mensile – disponibile in diversi tagli – è possibile accedere ad un catalogo praticamente infinito di brani, album e artisti di ogni età e genere. I numeri sono in continuo aumento, anche e soprattutto grazie ai continui aggiornamenti e nuove feature.

Basti pensare alla recentissima possibilità di accedere ai testi dei brani, semplicemente facendo swipe up quando si ascolta una canzone. Ora però, sembra che l’azienda sia pronta ad integrare una feature che permetterà di scoprire nuova musica. Il fatto curioso è che il concept ricorda molto da vicino… TikTok.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il 90% dei prodotti è un pericolo per i consumatori: Wish a rischio di ban dai motori di ricerca

Spotify, la nuova funzione Discover si rifà a TikTok

Come spiegato da gizchina.it, sembra che Spotify sia ormai prossimo a lanciare la funzione Discover. Evoluzione della playlist settimanale “Discover Weekly“, permetterà agli utenti abbonati di scoprire nuova musica. Ad incuriosire è il concept della sezione, che sarà interamente basato sullo swipe verticale. Proprio come succede su TikTok. E sarà anche possibile lasciare un cuore se il brano è di gradimento o scorrere verso l’alto per passare al brano successivo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Kaspersky fa le carte al 2022: attenzione agli smartphone. Da cosa ci dovremmo difendere nel nuovo anno

Ancora non è chiaro se e quando verrà rilasciata in pubblico. La funzione rappresenterebbe un metodo molto interessante per venire a conoscenza di nuove canzoni o artisti in maniera ancor più rapida rispetto al solito. Almeno per il momento, solo una cerchia ristretta di utenti su iOS può accederci. L’idea è quella di testare nelle prossime settimane il tutto, per capire dove intervenire per rendere l’intera pagina più funzionale alle richieste e ai bisogni degli abbonati. La speranza è che il rollout globale possa avvenire già a partire dal prossimo anno.