Facebook produrrà uno smartwatch? Ecco cosa sappiamo finora

Facebook sta pensando di entrare “a gamba tesa” nel settore degli smartwatch, confermando il vivo interesse verso i dispositivi hardware. L’indossabile punterà tutto su messaggistica, salute e monitoraggio dell’attività fisica e dovrebbe debuttare il prossimo anno.

smartwatch Facebook
(AdobeStock)

Dal più grande social network al mondo a produttore di dispositivi mobile, nel tentativo di farsi strada in un settore capitanato da Apple, Samsung e altri giganti del settore. Facebook studia le sue prossime mosse e al vaglio della società di Zuckerberg ci sarebbe addirittura uno smartwatch. Lo rivela in esclusiva il quotidiano The Information, dando addirittura concretezza ai pensieri dell’azienda americana: l’indossabile sarà basato sul sistema operativo Android e ruoterà attorno a tre punti salienti, emblematicamente ricompresi nella messaggistica, nella salute e nel monitoraggio dell’attività fisica.

Sembra difficile pensare a Facebook come produttore di dispositivi hardware, eppure non si tratta di una novità assoluta: i più attenti ricorderanno infatti il lancio di Portal e Oculus, rispettivamente smart speaker con Alexa e visore di realtà virtuale, prodotti forse di nicchia ma che confermano il vivo interesse dell’azienda di Mark Zuckerberg nei confronti della tecnologia. In tal senso appare credibile l’indiscrezione riportata in queste ore dalla fonte, specie con riferimento al settore merceologico che dovrebbe segnare il ritorno di Facebook nel delicato ruolo di produttore: gli indossabili rappresentano infatti un mercato redditizio, al contrario degli smartphone, ormai inflazionati dalla moltitudine di competitors, soprattutto cinesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple, ritorno al passato con un nuovo brevetto?

Il mistero sul software

smartwatch Facebook come sarà
Uno smartwatch (PixaBay)

Non sappiamo ancora molto dell’orologio intelligente al vaglio del famoso social network, rinviando pertanto ogni discorso al prosieguo. Certo è che il riferimento al sistema operativo Android pare troppo generico, anche perché sullo sfondo emergono almeno due alternative: una versione personalizzata del “robottino verde” (e perciò adattata per funzionare al meglio negli smartwatch), oppure il più tradizionale WearOS, tuttavia alle prese con una crisi d’identità piuttosto profonda. Non è da escludere una terza via, forse ancora più interessante: un sistema operativo creato appositamente da Facebook per il suo indossabile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Clubhouse fa un uso aggressivo della nostra rubrica, privacy a rischio

Siamo certi che novità più approfondite emergeranno già durante il corso delle prossime settimane, anche perché The Information ha dato una indicazione di massima sul debutto commerciale dello smartwatch: l’anno buono dovrebbe infatti essere il 2022.