Apple, ritorno al passato con un nuovo brevetto?

La Apple ha depositato un brevetto in cui verrebbe documentato un nuovo iPhone con la chiusura a conchiglia. Un regalo felice per i nostalgici degli anni 90.

Apple logo
Logo Apple (Adobe)

Non sarebbe la prima ad aver lanciato in commercio un telefono di ultima generazione a conchiglia, come i vecchi telefoni anni 90 che avevano schermo e tastiera posti su due blocchi separati.

Nel corso dell’ultimo anno hanno trovato spazi sugli scaffali dei negozi modelli come il Motorola Razr (riedizione del famoso cellulare che tanto ha avuto successo in passato) e il Galaxy Z Flip di Samsung.

Che li si chiami pieghevoli o a conchiglia non importa. L’obiettivo principale  è quello di avere uno schermo che ricopra l’intera superficie del dispositivo. Piccolo e facilmente tascabile da chiuso, ma visivamente appagante una volta aperto.

Una soluzione che confermerebbe il trend dei consumatori, orientato alla scelta di uno schermo ampio,  comodo da leggere e sicuramente più votato al multimedia. Quello stesso popolo di consumatori che potrebbe aver determinato il prematuro insuccesso della versione mini di iPhone 12.

Quali sono i dettagli del brevetto Apple?

Smartphone pieghevoli Samsung 2021 uscita
Smartphone pieghevoli (AdobeStock)

Su questo ipotetico smartphone sappiamo davvero poco. In rete si trovano le solite indiscrezioni legate al lancio dei nuovi modelli fissati dall’azienda, come da tradizione, in settembre, ma nessun portale sembra aver qualcosa di concreto in mano.

I siti specializzati trasudano spoiler e leak sulle future line-up iPhone, ma la sensazione che Apple stia osservando e lavorando in questa direzione, seguendo attentamente il comportamento dei consumatori, è più che una possibilità.

Il 31 dicembre il quotidiano United Daily News di Taiwan aveva anticipato la notizia secondo cui Apple avrebbe commissionato alla società cinese Foxconn due prototipi di smartphone pieghevoli.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Samsung Galaxy S21, numeri da record: già superati i predecessori

Un mese dopo è arrivata la conferma del blogger Jon Prosse, conosciuto per avere da sempre notizie genuine sui prodotti Apple con largo anticipo. Sul suo canale You Tube ha affermato che l’azienda avrebbe già scelto il modello a conchiglia e punterebbe su una linea di telefoni colorati.

Altri indizi sono dati dai brevetti depositati a Febbraio e ad Ottobre 2020, nei quali si trova un aggiornamento di un vecchio progetto che evita di creare una piega in mezzo allo schermo dello smartphone e una tecnologia che permette agli schermi pieghevoli di ripararsi da soli.

LEGGI ANCHE >>> Huawei P40 Lite, nuovo aggiornamento di sicurezza in arrivo

I dettagli contenuti nel brevetto non sono poi molti e i disegni a corredo non risulterebbero molto attendibili. Si fa menzione dell’impiego di materiali metallici (tra cui alluminio, acciaio inossidabile, zinco, titanio) e un livello intermedio in fibra di vetro o di carbonio, plastica, policarbonato, vetro o un qualche tipo di materiale metallico.

La verità è che sarà difficile immaginare come si presenterà un papabile nuovo modello basato su questo brevetto. Non sarebbe infatti la prima volta che l’azienda di Cupertino deposita brevetti al solo fine di distogliere l’attenzione dal prodotto finale.