Da Recorder a Calendar passando per Gmail: tutte le ultime di Google

Operazione restyling. Google si adegua a tutte quelle novità portate da Android 12 a inizio ottobre, in primis quella del Material You, un nuovo linguaggio di design destinato a sostituire progressivamente il Material Design datato 2014, riprogettando Recorder (ma non solo).

Google Chrome (Adobe Stock)
Google Chrome (Adobe Stock)

L’applicazione, già di per sé pratica e performante, per i nuovi Pixel, sta per essere riprogettata. Il nuovo look è stato mostrato per la prima volta: lo strumento adesso supporta il francese, il tedesco e il giapponese. Naturalmente sulla serie dei Pixel 6.

Il materiale riprogettato si evidenzia subito, dalla schermata iniziale: il Dynamic Color sostituisce il tema scuro nero pitch/AMOLED. Per gli utenti che hanno disabilitato il backup, c’è un avatar generico sostituisce l’immagine del tuo profilo, posizionato nell’angolo in alto a destra.

L’aggiornamento di Google Recorder. E le implementazioni di Calendar e Gmail

Gmail (Adobe Stock)
Gmail (Adobe Stock)

In Google Recorder sono state aggiornate anche le preferenze per corrispondere allo stile trovato nell’app “Impostazioni di sistema”, mentre la pagina di ricerca offre suggerimenti sulla “Posizione”. L’elenco principale ora ha etichette mensili molto più grandi, mentre le registrazioni sono collocate in schede più bulbose. Infine, il FAB per avviare una registrazione è molto grande, simile a Google Clock.

LEGGI ANCHE >>> Anche Twitter avrà la sua WhatsApp: acquisita una app di instant-messaging

Quando si usa il Google Recorder, c’è un pulsante rettangolare molto grande e rosso per mettere in pausa, posizionato in basso. È affiancato da nuove scorciatoie per “Elimina” e “Salva”, anche quando un utente sta ancora registrando attivamente. Un bel tocco vede la forma d’onda “Audio” e “Trascrizione” inseriti nella propria scheda: quando si apre una registrazione archiviata, c’è anche la new entry di un grande pulsante di riproduzione MY.

LEGGI ANCHE >>> TIM ti porta a casa di Dracula: scopri come vincere un viaggio in Transilvania per Halloween

Google Recorder 3.0.402827235 è in fase di implementazione tramite il Play Store, ma con una semplice modifica, può essere facilmente trasferito sugli smartphone Pixel di ultima generazione. Intanto il supporto per la trascrizione in altre tre lingue è attualmente disponibile, ma soltanto per la nuova gamma di Pixel 6. Ciò potrebbe essere dovuto ai nuovi modelli di riconoscimento vocale automatico (ASR) di alta qualità che girano su Tensor. Come rivelano da Moutain View.

Su Pixel 6 Pro e Pixel 6 le trascrizioni, le ricerche all’interno delle registrazioni e l’uso del nuovo Assistente Google sono disponibili in inglese, francese, tedesco e giapponese – si legge – sui Pixel da 3 a 5a (5G) le trascrizioni, le ricerche all’interno delle registrazioni e l’uso del nuovo Assistente Google sono disponibili solo in inglese”.

Altre novità stanno per essere introdotto per Google Calendar e Focus time, come anticipano sul blog della community di Big G: “In modo che tu possa bloccare e proteggere il tuo tempo – si legge – simile al tipo di evento Fuori sede, il tempo di attivazione avrà un aspetto diverso sul calendario, con l’inclusione dell’opzione per rifiutare automaticamente gli eventi in conflitto”.

Dulcis in fundo, Gmail. Sempre dal blog ufficiale del colosso di Mountain View, Google sta apportando diversi miglioramenti a Gmail, per aiutare gli utenti a comporre a lavorare con l’email in modo più efficiente e sicuro: un nuovo menu di scelta rapida per visualizzare facilmente il nome completo e l’e-mail di un destinatario, la modifica dei nomi dei contatti, copiare gli indirizzi e-mail, aprire la scheda informativa di un destinatario, chip avatar per i destinatari. Indicatori migliorati, sia quando si aggiunge un utente esterno all’organizzazione e ai contatti, sia quando è già stato aggiunto un utente come destinatario. Aggiornamenti che potrebbero influire su alcune estensioni di Chrome.