Apple potrebbe cedere all’USB-C? Il design dei nuovi dispositivi sembra suggerirlo

Le informazioni sui futuri prodotti Apple fanno speculare su un’apertura allo standard USB-C, a partire dagli auricolari Beats Studio Buds.

Apple USB-C
(Unsplash)

Apple sembra muoversi in una nuova direzione: una delle ultime novità dall’azienda di Cupertino, gli auricolari true wireless Beats Studio Buds, è in dirittura d’arrivo, ed una particolarità del design sembra insinuare un importante cambio di standard nei futuri prodotti Apple. L’ente di certificazione taiwanese National Communications Commission (NCC) ha rivelato che la custodia di ricarica delle cuffie Beats Studio sarà dotata di un ingresso USB-C, un dettaglio inatteso che fa speculare sul possibile abbandono di una delle caratteristiche portanti dei prodotti Apple, lo standard proprietario dell’ingresso Lightning.

Non si tratta del primo cenno di apertura verso lo standard, molto più comune, della ricarica via USB-C. Le serie Mac e iPad hanno gradualmente implementato questa funzionalità, ma Apple ha resistito strenuamente sul mantenimento delle proprie modalità di ricarica. Le informazioni trapelate dal NCC nelle scorse ore hanno colto di sorpresa il pubblico di appassionati che, nonostante le numerose indiscrezioni, non aveva saputo nulla su questa particolarità degli attesissimi Beats Studio Buds.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone 13 avrà un’autonomia super: i numeri sono sbalorditivi

Beats Studio Buds con USB-C fanno speculare sul futuro dei prodotti Apple

Apple USB-C Lightning
Il cavo di ricarica Lightning, lo standard di Apple (Unsplash)

Il design dei Beats Studio Buds si differenzia da quello della linea AirPods per la mancanza dello stelo e le dimensioni più compatte, che le rendono più pratiche da usare mentre si è in movimento. La custodia di ricarica di forma ovale è stata mostrata solo nella colorazione nera, ma sarà molto probabilmente disponibile in bianco e rosso per abbinarsi agli auricolari.

Sulla custodia è visibile l’ingresso di ricarica USB-C: la scelta è comoda e funzionale, soprattutto quando non si ha un cavo a portata di mano, dal momento che i cavi di ricarica USB-C sono più comuni di quelli Lightning e più facilmente utilizzabili anche con altri dispositivi, permettendo di evitare l’accumulo di cavi diversi e di doverli portare sempre con sé.

Per ora, si tratta solo di speculazione, ma in futuro potremmo vedere questa modalità di ricarica implementata anche nella serie AirPods e nei nuovi prodotti Apple, in una vera e propria rivoluzione di uno standard che l’azienda di Cupertino ha mantenuto come caratteristica particolare del proprio design.

LEGGI ANCHE >>> iPad Mini 6, il 2021 l’anno della svolta? Tutte le notizie sul mini tablet Apple