Dagli AirTag all’iMac colorato: ecco le novità di Apple

Apple mattatrice dell’evento di primavera: insieme agli iPad Pro arrivano i chiacchieratissimi AirTag e l’iMac colorato. Le novità presentate ieri dal gigante di Cupertino.

Apple novità
Le novità presentate ieri da Apple (Screenshot Apple.com)

Una nuova primavera sboccia già in casa Apple. L’evento di ieri, mastodontico per la quantità di annunci, è durato appena un’ora esatta. Il tempo è stato gestito con la solita maestria da Tim Cook e soci, che con un ritmo pressoché calzante hanno sfoderato prodotti e servizi destinati a rinvigorire le intenzioni della “mela” per questo 2021. Degli iPad Pro ne abbiamo parlato in separata sede, confermando le potenzialità di due prodotti teoricamente in grado di esaltare la categoria tablet. E non è un caso che Apple li abbia affiancati ad un rinnovato iMac, il cui processore – il chip proprietario M1 con architettura ARM, lo stesso per l’appunto dei nuovi iPad – rappresenta l’elemento unificante di un progetto già avviato lo scorso anno. Come i tasselli di un mosaico, così le strategie del sodalizio di Cupertino vanno perciò gradatamente a comporsi e a prender forma, pezzo dopo pezzo.

iMac M1

Il nuovo PC fisso di Apple è nuovo di zecca. Più sottile – appena 11,5 millimetri, cifra tale da far impallidire molti altri monitor disponibili sul mercato – e colorato, l’iMac accoglie adesso un display da 24 pollici con trattamento antiriflesso (in luogo dei precedenti 21,5 pollici) e un aspetto estetico che richiama marcatamente gli iPhone e gli iPad. Linee decise e squadrate, ma soprattutto un hardware capace di coniugare forza bruta e stile. Il nuovo SoC ha il pregio di produrre meno calore e le due ventoline posizionate sotto il “cofano” bastano e avanzano per un efficace raffreddamento. Il nuovo iMac non è inoltre insensibile al contesto storico che stiamo vivendo e migliora uno dei punti deboli dell’industria dei PC: la fotocamera frontale, che passa dagli originari 540p al più accomodante 1080p, abbinata a microfoni e altoparlanti completamente rivisti. Sul fronte degli ingressi non c’è partita: il computer accoglie infatti quattro porte USB-C – due delle quali con supporto Thunderbolt – e un nuovo alimentatore con connessione Ethernet.

Il PC strizza l’occhio ai contenuti multimediali, quasi a voler inseguire iPad Pro con cui condivide il processore. La maggiore ampiezza dello schermo va infatti accoppiata ad una risoluzione 4,5K (4.480 x 2.520 pixel) e alla tecnologia True Tone, mentre sotto il fronte audio segnaliamo una ingegnerizzazione del sonoro impreziosita da sei casse, tra cui una coppia di subwoofer con e un tweeter. Non manca il supporto allo Spatial Audio con Dolby Atmos. Anche la tastiera è stata completamente rivista: campeggia adesso un sensore di impronte digitali e tasti dedicati a funzioni speciali. E non può non trovar spazio una nota di colore, con finiture che strizzano l’occhio alla scocca dell’iMac.

I prezzi di iMac in salsa 2021 partono da 1.499 euro a salire, con disponibilità effettiva dalla seconda metà di maggio.

Apple TV 4K

L’altro pezzo forte dell’evento di ieri è la nuova Apple TV, aggiornata sapientemente sotto il fronte hardware: il dispositivo dedicato all’intrattenimento è adesso più potente grazie al processore Apple A12 Bionic (lo stesso dell’iPad base e del vecchio Air 3), ma soprattutto sfoggia un sistema di calibrazione dei colori della TV tramite il collegamento con un iPhone. Un poker d’assi, quello di Cupertino, a conferma delle potenzialità strategiche offerte dall’ecosistema. Non ci sono cambiamenti in ordine al design, mentre l’attenzione maggiore è stata riservata al telecomando, pressoché rivisitato nel suo aspetto, anche qui fortemente orientato verso gli iPhone e gli iPad. Il prezzo è di 199 euro, con disponibilità effettiva a maggio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> AirPods perfettamente funzionanti dopo che il cane li ha ingoiati

Finalmente AirTag

novità Apple
Arrivano anche gli attesissimi AirTag (Screenshot Apple.com)

Ultima ma non per importanza, la novità hardware di Apple è rappresentata dai chiacchieratissimi AirTag. Sono grandi come una moneta da un euro e, proprio come anticipato a più riprese, avranno il compito di rintracciare gli oggetti smarriti, grazie anche alla tecnologia Bluetooth. Le loro dimensioni sono congegnali per agganciarli od infilarli ad oggetti più vari, come portafogli, chiavi, valigie e via discorrendo, che potranno perciò essere controllati tramite la piattaforma software “Dov’è”, peraltro recentemente messa a disposizione anche a beneficio di accessori di terze parti.

Sono dotati di chip U1, accelerometro e un piccolo altoparlante, mentre la batteria – la cui durata si attesta ad un anno – potrà essere cambiata facilmente. Un pezzo costa 35 euro, mentre il set da quattro imporrà la spesa di 119 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cashback cambia ancora: una brutta notizia per tutti gli utenti

Sul fronte dei servizi segnaliamo invece l’ufficializzazione dell’Apple Card per i bambini: la particolare versione della carta di credito permetterà ai genitori di controllare le spese dei propri figli. Infine un accenno su iPhone: nessun nuovo modello all’orizzonte, se non una variante con finitura “viola lavanda“, definita subito da Tim Cook come “perfetta per la primavera“. Sì, quella stagione cruciale per il rilancio delle ambizioni di Cupertino.