Cashback cambia ancora: una brutta notizia per tutti gli utenti

È arrivata in queste ore l’ennesima novità relativa al Cashback e all’extra bonus di giugno: brutte notizie per tutti gli utenti

cashback
Un’altra novità per il Cashback di Stato: brutta notizia per gli utenti (Pixabay)

È uno dei temi più discussi degli ultimi mesi: il Cashback di Stato. Si tratta di un’iniziativa lanciata dalla precedente amministrazione e che – salvo clamorose sorprese – dovrebbe andare avanti almeno fino alla fine del 2021. Rimborso parziale delle spese effettuate tramite carta di credito o bancomat per tutti i cittadini italiani, previa iscrizione all’app IO della Pubblica Amministrazione per registrare le transazioni.

Altra articolazione dell’iniziativa prevede il Supercashback, con un extrabonus del valore di 1500 euro da attribuire ai primi 100.000 partecipanti che si classificheranno in una speciale graduatoria basata sul numero di transazioni in 6 mesi. In questo senso, è arrivata poco fa l’ennesima brutta notizia: sale ancora la soglia minima per posizionarsi. Uno smacco che rischia di cambiare tutto per i cittadini che speravano di ottenere l’extra bonus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, altre novità in arrivo: spuntano nuovi canali TV

Cashback, sale la soglia minima per l’extra bonus

cashback
Sale la soglia minima per ottenere il superbonus di 1500 euro extra (Pixabay)

Se anche voi state monitorando la classifica del Cashback e volete entrare nella graduatoria per ottenere il super bonus di 1500 euro, ci sono brutte notizie: la soglia minima di transazioni utili sale ancora. Non più 236 come fino a qualche giorno fa, ma ben 253 acquisti. Una brutta notizia per tutti coloro che puntano ad ottenere il bottino extra. Ad essere preoccupati sono soprattutto coloro che si trovano nella parte bassa della classifica, che si trovano oggi a lottare con milioni di altri cittadini per arrivare nei primi 100mila.

FORSE TI INTERESSARTI ANCHE >>> Apple cala un tris di iPad: questi i nuovi modelli in arrivo domani?

Dando un’occhiata alla graduatoria, infatti, per i primi 40.000 la posizione dovrebbe essere più tranquilla. 261 operazioni vuol dire – in ottica – almeno 5 acquisti ogni singolo giorno. Una media altissima, che rischia di non poter essere rispettata dalla maggioranza degli utenti partecipanti. Le proiezioni estive sono ancor più preoccupanti e soprattutto limitanti: la quota salirà almeno a 500 acquisti.

Un numero che potrebbe salire fino a 700, ingigantito dai “furbetti del Cashback” che stanno studiando nuovi metodi per aggirare il sistema ed ottenere il superbonus in maniera illegale.