Amazon Italia annuncia il primo sciopero della storia: filiera bloccata

Importante svolta per Amazon Italia: il prossimo lunedì 22 marzo è stato annunciato uno sciopero, con la filiera bloccata

amazon italia sciopero
La filiera di Amazon Italia ha annunciato il primo sciopero (Getty Images)

Come annunciato dai sindacati, il prossimo 22 marzo la filiera di Amazon Italia sciopera e chiude tutto. Stando a quanto riferito, la trattativa tra Filt Cgl, Fit Cisl, Uiltrasporti, Assoespressi e la piattaforma per la contrattazione del secondo livello di Amazon si sarebbe completamente interrotta. Tramite una nota ufficiale, l’associazione lavoratori ha fatto sapere che: “Annunciamo uno sciopero, vista l’indisponibilità dell’associazione datoriale ad affrontare le tematiche da noi poste“.

Lo stop durerà 24 ore e interesserà tutto il personale della filiera di Amazon Italia. Oltre al personale dipendente di Amazon Logistica Italia, Trasporto Merci e Spedizione, anche Amazon Transport Italia e le società di fornitura di servizi di logistica, movimentazione e distribuzione merci che lavorano per Amazon Logistics ed Amazon Transport osserveranno lo sciopero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, novità per una Regione: arrivano nuovi canali TV

Amazon Italia verso lo sciopero: “Nessuna risposta dalla multinazionale”

amazon italia
Come annunciato dai sindacati, si terrà il prossimo 22 marzo (Getty Images)

Denunciamo la latitanza di Amazon sul tavolo del delivery. Non abbiamo avuto risposte dalla multinazionale americana in merito alla prosecuzione del confronto avviato lo scorso gennaio” hanno riportato i sindacati con una nota ufficiale. Nello specifico, si stava discutendo del personale dipendente e di quello che opera negli appalti dei servizi di logistica. “Amazon continua a manifestare un comportamento del tutto inaccettabile. Questa indisponibilità al confronto con le rappresentanze dei lavoratori va contro le regole previste dal CCNL e dal sistema di relazioni sindacali” hanno poi proseguito i sindacati.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Disney+ supera i 100 milioni di abbonati e promette nuovi contenuti

La multinazionale deve prendere atto del fatto che il sindacato da parte della storia e del percorso costituente dell’Italia, e con questo deve confrontarsi. Nel nostro Paese” ha poi concluso l’associazione dei lavoratori. Stando a quanto riferisce La Stampa, principali argomenti di discussione sarebbero i carichi e ritmi di lavoro imposti dalla filiera, ma non solo. Si parla anche dell’inquadramento professionale dei lavoratori, della riduzione dell’orario di lavoro per i driver e dell’indennità Covid.