YouTube usa il pugno duro contro i video anti-vaccini Covid e le fake news

Continua la pulizia del web da fake news e video relativi al Covid e ai vaccini. YouTube ha annunciato una maxi offensiva

youtube covid
YouTube annuncia i numeri relativi a video anti-vaccini Covid eliminati (Adobe Stock)

Da quando è scoppiata l’emergenza pandemica, la rete è diventata la principale fonte d’informazione su dati, cure, evoluzione del virus e misure restrittive imposte dai vari governi nazionali. All’interno dell’immenso calderone di notizie giunte nell’ultimo anno – com’era lecito aspettarsi – ci sono però anche tantissime fake news e video negazionisti di ogni genere.

In questo senso, i vari social network e piattaforme online si stanno muovendo da mesi con maxi offensive volte a fare “piazza pulita”. Anche YouTube ha reso pubblici alcuni numeri di quanto è stato fatto per difendere la vera informazione e allontanare teorie e notizie false. In appena 6 mesi – fa sapere il sito web di Google – sono stati rimossi 30mila video anti-vaccini Covid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Come prenotare vaccino per Covid-19, la guida ad ogni regione

YouTube elimina video anti-vaccini Covid e fake news: i dati

youtube covid
Prosegue la maxi operazione anti fake news da parte dei social network (Adobe Stock)

30mila video anti-vaccini Covid rimossi in appena 6 mesi, 800mila fake news sull’argomento Coronavirus eliminate: YouTube ha messo nero su bianco la maxi operazione volta a difendere l’informazione pulita sull’emergenza pandemica, fornendo alcuni numeri abbastanza eloquenti. L’azienda di Mountain View vuole continuare a offrire ai propri utenti informazioni veritiere, basate su evidenze scientifiche e comprovate. Il tutto a discapito di quei contenuti che diffondono dati e teorie infondati, che portano solo ad una confusione di idee facilmente applicabile in un periodo come questo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, messaggi vocali interminabili? Arriva la soluzione

Per compiere questa pulizia del catalogo video, YouTube sfrutta alcuni strumenti basati sull’intelligenza artificiale. Questi effettuano una scrematura generale dei contenuti considerati fake, per poi passare la palla all’uomo per operazioni di verifica di primo livello più mirate. Parlando nello specifico di vaccini, vengono considerati fuorvianti tutti quei video che vanno in contraddizione o smentiscono quanto diffuso dall’OMS e dalle autorità sanitarie.

Oltre al ban dell’account, il rischio per chi diffonde questi video è quello di essere responsabile di atti che mettono in pericolo le vite di altri.