Xiaomi Mi 11 Ultra supera alla grande i test di durevolezza – VIDEO

A dirla tutta, fanno un po’ impressione i video che girano su Youtube, riguardanti i maltrattamenti dei cellulari, spacciati per test di durevolezza. Scherzi a parte, ma non troppo, il dispositivo più prestigioso della gamma 2020 di Xiaomi, l’ultimo con la denominazione Mi, supera alla grande l’esame di maturità.

Xiaomi Mi 11 20211214 cell
Xiaomi Mi 11, test di durevolezza superati (Adobe Stock)

Lo smartphone è passato per le rudi mani di JerryRigEverything, uno dei più noti “distruttori” di smartphone del web, che vanta la considerevole cifra di oltre sette milioni di iscritti nel suo canale Youtube.

Lo Youtuber ha testa del Mi 11 Ultra in ceramica “una potente centrale elettrica, il sensore della fotocamera più grande al mondo in uno smartphone, la fotocamera grandangolare più ampia del mondo e una fotocamera grande quanto il Texas. È tempo di vedere – scrive – se il nuovo Mi 11 Ultra di Xiaomi è durevole e se può resistere a un test di durata JerryRigEverything.

Lo Xiaomi Mi 11 Ultra è un signor telefonino

Nel video da oltre cinquecentomila visualizzazioni è oltre trentunomila mi piace, scratch, burn e bend test sono ormai un classico, eppure lo Xiaomi regge alla grande l’onda d’urto dei test, mostrando la grande protezione della copertura in ceramica, contro i graffi, mentre naturalmente lato display è tutto come da copione.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 non risente dell’effetto svalutazione: il confronto con il rivale Android

Con il burn test la parte di display dello Xiaomi viene esposta alla fiamma e si ripristina rapidamente dopo qualche istante appena, un comportamento tipico dei display LCD, mentre gli OLED di solito rimangono danneggiati per sempre. Anche l’esame del bend test viene superato da uno Xiaomi 11, che si flette un pochino, senza spezzarsi né riportare danni considerevoli.

LEGGI ANCHE >>> Ecco cosa hanno comprato gli italiani su Amazon nel 2021 tra sorprese e conferme

Insomma, lo Xiaomi Mi 11 Ultra è un signor telefonino. Tre grandi sensori, tre fotocamere principali, messa a fuoco perfetta di notte e durante la registrazione di video 8K, a marzo il numero uno della classifica DXOMARK, per punteggio totale. Dimensione dei pixel 1,4μm, super pixel 4 in 1 da 2,8μm, apertura f/1,95, 50MP, Obiettivo 8P, OIS: l’ampissimo sensore è pari a quello di una fotocamera, capace di scatti notturni e dettagli di livello professionale.

Display: anteriore AMOLED curvo su 4 lati DotDisplay da 6,81″ WQHD+, 20:9, 120 Hz, 1.700 nit. Posteriore: AMOLED da 1,1″ 126×294, luminosità 450 nit, always-on. Qualcomm Snapdragon 888, memoria RAM: 12GB LPDDR5, interna: 256GB UFS 3.1. Certificazione: IP68. Fra le caratteristiche rilevanti si può mettere anche l’esame di maturità JerryRigEverything, superato.