Xiaomi Mi 11, ora è ufficiale: avrà il SoC Snapdragon 888 5G

Xiaomi Mi 11 avrà il SoC Snapdragon 888 5G. La notizia è stata confermata ufficialmente durante lo Snapdragon Summit

Il 2021 è alle porte, ed è già tempo di pensare ai nuovi device che usciranno durante l’anno nuovo. Il primo marchio top di gamma a presentare il suo nuovo modello sarà quasi sicuramente Xiaomi col suo Mi 11. Ieri si è tenuto l’edizione digitale dello Snapdragon Summit, durante il quale è stata resa ufficiale un’importantissima novità.

Il nuovo smartphone top di gamma dell’azienda cinese avrà il SoC Snapdragon 888 5G. La notizia è stata confermata ufficialmente dal fondatore presidente e CEO di Xiaomi Lei Jun, che si è detto molto soddisfatto della novità. Ora bisogna capire quando effettivamente il nuovo Mi 11 verrà presentato sul mercato e di quali altre caratteristiche potrà disporre per stupire ancora una volta tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi batte Apple nelle vendite di fine 2020: la classifica 

Xiaomi Mi 11 avrà lo Snapdragon 888 5G: “Forte partnership con Qualcomm”

Snapdragon 875
La notizia è stata confermata dal presidente di Xiaomi (pixabay)

La voce girava già da parecchi giorni, ma ieri è arrivata l’ufficialità durante la seconda giornata dell’edizione digitale dello Snapdragon Summit: il nuovo Xiaomi Mi 11 – in uscita nella prima metà del 2021– avrà il SoC Snapdragon 888 5G. Si è detto molto soddisfatto il presidente e CEO di Xiaomi Lei Jun, che ha commentato la notizia dopo l’annuncio ufficiale.

Nello scorso decennio, a partire dalla prima generazione di smartphone fino al capolavoro della serie Mi10 per il decimo anniversario, la nostra partnership con Qualcomm Technologies si è rafforzata sempre di più le sue parole:Vogliamo continuare a portare il meglio dell’esperienza mobile più avanzata in tutto il mondo“. Ora i fan sono in attesa di sapere data ufficiale di lancio, caratteristiche della nuova serie e soprattutto prezzo del nuovo modello.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Digitale Terrestre, altri cinque canali TV cambiano frequenza: cosa fare