WindTre, nuove SIM avranno blocco totale dei VAS

WindTre christmas card
WindTre, a Natale c'è la Christmas Card (via WindTre)

WindTre ha annunciato il blocco totale dei VAS per tutti coloro che dal 18 ottobre chiederanno una nuova SIM.

WindTre non è di certo l’ultima arrivata sul mercato e anzi vanta un’esperienza davvero molto lunga alle spalle. Nata dalla fusione di due colossi delle telecomunicazioni separati, ovvero Wind e Tre, oggi l’azienda vanta un potere davvero fuori dal comune nel campo della telefonia mobile e non solo. Per sopravvivere in un mercato che è diventato sempre più competitivo, soprattutto negli ultimi anni con l’arrivo di Iliad, il marchio dai colori arancioni ha deciso di reinventarsi e accontentare finalmente l’utenza che chiedeva una gestione del proprio credito e della propria linea più trasparente. Grazie all’azienda francese e alla sua trasparenza fuori dal comune, ora tutti stanno cambiando. E sulle orme di Iliad, anche WindTre ha deciso di eliminare completamente per i propri clienti tutti quei fastidiosissimi servizi VAS che rovinavano spesso la giornata a chi aveva una SIM.

LEGGI ANCHE —> WindTre, rimodulazione delle offerte: Pieno Wind cambia

WindTre, nuove SIM avranno blocco totale dei VAS

Chiunque da lunedì 18 ottobre 2020 sottoscriverà un nuovo contratto con WindTre e pertanto chiederà anche una nuova SIM, vedrà i servizi VAS eliminati completamente. VAS è ovviamente l’acronimo di value-added service, ovvero tutti quei servizi che non fanno parte del tariffario concordato e che vengono aggiunti in maniera unilaterale dall’azienda con cui si sottoscrive il contratto. SMS a pagamento per sapere le ultime notizie, donazioni casuali, pagamenti per servizi di notifica ecc. Una serie di contorni che, inseriti senza il nostro consenso, spesso hanno prosciugato il nostro credito facendoci finire in negativo al rinnovo dell’offerta per la quale eravamo certi di possedere credito sufficiente. Da oggi WindTre cambia, con le nuove SIM questa pratica trova la sua meritata fine anche per quanto concerne l’operatore arancione.

LEGGI ANCHE —> Usa, novità in Florida: si potrà mostrare la patente da smartphone e tablet