Windows, Linux e macOS sotto attacco, occhio al pericoloso malware SysJoker

Nuova minaccia per Windows, Linux e macOS. Sta girando un pericolosissimo malware denominato SysJoker, ecco di cosa si tratta

L’anno nuovo è iniziato da poco meno di due settimane, ma di attacchi hacker e minacce malware se ne sta già parlando (e parecchio). Ci sono diversi fenomeni da tenere sott’occhio, alcuni più pericolosi e altri meno.

sysjoker 20220113 cellulari.it
È stato individuato un pericoloso malware chiamato SysJoker, che va a colpire macOS, Windows e Linux (Screenshot Twitter)

Si parla come al solito di tentativi di phishing, ma anche di app e siti clone che rischiano di portare a conseguenze disastrose.

L’ultima minaccia è rappresentata da SysJoker. Stiamo parlando di un malware individuato dalla società Intezer che colpisce Windows, macOS e Linux. È potenzialmente molto pericoloso, sia per la sua scarsa rintracciabilità che per la versatilità tra vari sistemi operativi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Numeri di telefono sul Registro delle Opposizioni, (finalmente) ci siamo: tutti i dettagli

SysJoker, quali sono i rischi legati al malware

Identificato dalla società di cybersicurezza Intezer, SysJoker è un pericoloso malware che va a colpire tutti i principali sistemi operativi per computer. Si tratta nello specifico di una backdoor che potenzialmente potrebbe dare agli hacker la possibilità di spiare i device colpiti. Senza escludere eventuali furti di dati personali, anche molto sensibili. Si parla per esempio di credenziali del conto bancario o numeri di carte di credito, oltre a password varie. Almeno per il momento, comunque, non risultano attacchi già compiuti.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Il gaming disorder colpisce anche la polizia: inseguono Pokemon anziché sventare una rapina

Questo anche perché non stiamo parlando di un malware che può essere lanciato da remoto. La potenziale vittima deve scaricarlo. Come? Sotto forma di aggiornamento software, così come da “travestimento” per SysJoker. Identificato per la prima volta a dicembre, ancora non è chiaro per quanti software antivirus sia possibile rilevarlo. Il consiglio è sicuramente quello di prestare molta attenzione e di evitare il download di programmi e applicazioni poco sicure, soprattutto quando arrivano da fonti non certificate. Le conseguenze potrebbero essere molto pesanti, se non addirittura letali per la propria sicurezza online.