WhatsApp, occhio all’ultimo SMS truffa: utenti sotto attacco

In queste ore, la Polizia Postale ha lanciato un nuovo allarme: c’è un pericoloso SMS truffa che sta girando nelle chat di WhatsApp

whatsapp sms truffa
WhatsApp, nelle ultime ore è tornato a girare uno degli SMS truffa più diffusi (Adobe Stock)

Torniamo a parlare degli SMS truffa su WhatsApp, una delle più grandi piaghe che da anni colpisce i milioni di utenti che popolano la piattaforma di messaggistica. Si tratta solitamente di tentativi di phishing, con link da cliccare per confermare dati e che potrebbero rivelarsi fatali.

Poche ore fa, la Polizia Postale ha segnalato il ritorno della tanto famigerata “truffa del codice”. Sostanzialmente, viene chiesto alle vittime di inviare un codice numerico a 6 cifre. L’aspetto più pericoloso è che questi messaggi arrivano da persone che si fingono amici dell’utente, così da lasciar cadere ogni sospetto. Stando a quanto riferito dalle autorità, le segnalazioni sono aumentate a dismisura nelle ultime ore e sono sempre di più coloro che ci sono cascati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Twitter, torna il badge blu: come ottenere la spunta

WhatsApp e l’SMS truffa del codice: come evitarlo

Se anche voi avete ricevuto (o riceverete) un SMS con la richiesta di inserire un codice numerico di 6 cifre su WhatsApp, non cascateci: si tratta di una truffa ormai diffusa da anni. La Polizia Postale ha annunciato un nuovo giro di segnalazioni nelle ultime ore, a confermare il fatto che i cybercriminali si sono nuovamente fatti sotto per attaccare più utenti possibile. “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?” è il contenuto del testo che solitamente viene ricevuto dalle vittime, da hacker che si fingono contatti salvati sul telefono.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Vendite smartphone primo quadrimestre 2021, un modello domina

Una volta mandato il codice, ecco che parte il meccanismo di impossessamento dell’account. Una reazione a catena, che si allarga poi a tutti i numeri della vittima. La fase successiva architettata dai cybercriminali è poi quella di colpire con altre truffe come quella della carta di credito: viene chiesto di inserire il numero di carta per inviare un bonifico bancario.

Per proteggersi, ci sono alcuni consigli di base ma che si rivelano fondamentali. Innanzitutto, non bisogna mai condividere codici a 6 cifre ricevuti da WhatsApp. La seconda procedura fondamentale è quella di attivare l’autenticazione a due fattori, in modo da far perdere alla truffa del codice la sua efficacia.