Twitter, torna il badge blu: come ottenere la spunta

Certi badge blu non finiscono fanno dei giri immensi e poi ritornano. Quattro anni dopo l’ultima volta, twitter rilancia il processo di certificazione dei profili per ottenere l’agognata spunta. Il nuovo processo è iniziato lo scorso 20 maggio, cambiano le regole, più snelle e democratiche, meno elitarie.

Twitter (Adobe Stock)
Twitter (Adobe Stock)

Il badge blu di account verificato su Twitter permette alle persone di sapere che un account di interesse pubblico è autentico. Nelle sue FAQ, il servizio di notizie e microblogging californiano spiega le tre regole filosofiche per ottenere la spunta blu. L’account deve essere autentico, notorio e attivo.

Twitter, dammi tre parole: autentico, notorio, attivo

Twitter (Adobe Stock)
Twitter (Adobe Stock)

Autentico, per incoraggiare e mantenere la fiducia tra gli utenti all’interno della piattaforma”. Twitter in pratica offre tre tipologie per verificare l’identità: fornendo il sito ufficiale, un documento di identità, indirizzo e-mail ufficiale.

LEGGI ANCHE >>> Cannabis, un rimedio contro il mal di testa: ora anche l’Occidente sperimenta

Notorio, perché deve rappresentare un individuo o un brand illustre oppure esservi in qualche modo associato, in linea con i criteri di notorietà”. Ossia esponenti governativi e cariche pubbliche, aziende, marchi e organizzazioni, agenzie di stampe e giornalisti, esponenti dello spettacolo. E ancora: leghe sportive e giocatori, sportivi. Attivisti e influencer.

LEGGI ANCHE >>> Variante indiana, prime conferme: Pfizer/BioNTech e Moderna funzionano?

La triade delle parole chiavi, dopo autentico e notorio, si chiude con attivo. “E vantare una storia di rispetto delle Regole di Twitter – spiega il social con l’uccellino, in tempo di pandemia da coronavirus, anche dotato di mascherina – a patto che soddisfi tutti i requisiti”. Ovvero completezza (nome e immagine del profilo), uso attivo (un accesso negli ultimi sei mesi), sicurezza (l’account deve essere associato a un indirizzo email oppure a un numero di telefono confermato), ma soprattutto non deve aver subito un blocco di 12 ore o 7 giorni per violazione delle regole di twitter nell’ultimo anno.

Il percorso di verifica sarà disponibile su Twitter a breve, partendo dalle Impostazioni. Il rilascio sarà graduale, proprio per verificare tutte le domande, con un netto taglio rispetto a quattro anni fa quando ci voleva relativamente poco ad assicurarsi il famigerato bollino blu.

La risposta all’esame di Twitter arriva tramite e-mail, in caso di approvazione, il badge blu apparirà automaticamente sul profilo. Viceversa, l’utente potrà presentare nuovamente la domanda, una volta trascorsi 30 giorni dopo avere ricevuto l’e-mail.