WhatsApp, è (finalmente) arrivata la notizia che tutti stavano aspettando

Dopo mesi di polemiche e discussioni, è finalmente arrivata la notizia che tutti stavano aspettando. Lo ha comunicato WhatsApp

whatsapp
Dopo una lunga attesa, finalmente su WhatsApp sta per arrivare la novità a lungo attesa (Adobe Stock)

Se n’è parlato per settimane, e probabilmente continuerà ad essere argomento di discussione ancora a lungo: la modifica ai termini di servizio di WhatsApp. Milioni di utenti si sono visti obbligati a migrare verso altre piattaforme, con la concorrenza che ha visto i suoi numeri crescere a dismisura.

Proprio in questo senso, qualche ora fa è arrivata la decisione definitiva su questo tema: accettare i nuovi termini di servizio diventerà opzionale. Una grandissima notizia, che dunque non obbligherà gli utenti ad acconsentire dietro “minaccia” di un blocco dell’account o di limitazioni alle funzioni maggiormente utilizzate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone troppo lento? Un curioso trucco per velocizzare i dispositivi

I termini di servizio di WhatsApp non saranno più obbligatori: la novità

whatsapp
Ecco il messaggio che spunterà qualora si dovesse provare a messaggiare con un account Business (screenshot WABetaInfo)

Finalmente ci siamo. WhatsApp ha deciso di rimuovere l’obbligo di accettazione dei nuovi termini di servizio introdotti ad inizio anno. Una svolta attesissima, che permetterà così alla piattaforma di risollevarsi e di riportare a sé tutti quegli utenti che avevano deciso di migrare verso altre piattaforme. Secondo quanto si legge, la nuova impostazione verrà introdotta con una descrizione ad hoc in un futuro aggiornamento dell’app. Ovviamente il tutto sarà disponibile sia su Android che su iOS, a partire dalle versioni beta e poi col tradizionale rollout a livello globale.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Apple, un’indiscrezione rivela un aggiornamento rivoluzionario di FaceID

Una sola limitazione rimarrà comunque in vigore. Non accettando i termini di servizio aggiornati, non sarà possibile comunicare con account WhatsApp Business che si avvalgono di provider cloud di terze parti. Qualora doveste provare ad inviare un messaggio ad uno di questi profili, vi spunterà nuovamente un avviso pop-up nel quale vi viene consigliato di revisionare tutte le regole aggiornate e di accettarle. Ancora non è chiaro quando verrà rilasciato questo attesissimo aggiornamento, ma ormai è questione di settimane (se non giorni).