Apple, intervento drastico contro i leak: addio alle indiscrezioni sui prodotti?

Apple intraprende azioni legali contro le indiscrezioni online e la fuga di informazioni commerciali: addio ai leak sui nuovi prodotti?

Apple indiscrezioni
Apple implementerà una misura drastica per fermare i leak (Unsplash)

Il noto leaker Kang ha dato la notizia su Weibo: molti dei più famosi informatori in Cina, tra cui anche Duan Rui, avrebbero ricevuto delle lettere di avvertimento da parte di un ufficio legale assunto da Apple per mettere fine alle indiscrezioni sui prodotti. L’azienda di Cupertino è intenzionata a fermare sul nascere la diffusione delle informazioni non ancora ufficialmente dichiarate, citando tra le motivazioni il pericolo di divulgazione di dettagli ai concorrenti e di ingannare i clienti condividendo indiscrezioni non accurate.

L’anticipazione di design e specifiche tecniche dei dispositivi potrebbe dunque diventare perseguibile legalmente, ma i leaker non ci stanno.

LEGGI ANCHE >>> Samsung, è tutto vero: il Galaxy Z Fold3 sarà il primo pieghevole con questa feature

Apple contro le indiscrezioni online, la risposta del leaker

Apple indiscrezioni 1
(Unsplash)

Kang non ha accettato passivamente i termini di Apple: il leaker ha spiegato che i post pubblicati su Weibo, contenenti indizi sulle future caratteristiche tecniche dei prodotti e semplici desideri, non costituiscono un pericolo per l’azienda, né tantomeno per i clienti. Apple, accusata da Kang di voler limitare anche i sogni dei clienti per violazione dei termini sulla riservatezza, insiste che senza immagini rivelate prima del tempovendita di informazioni, non c’è nessun reato. L’immaginazione degli appassionati non è una minaccia.

Il post di Kang invita gli altri blogger e leaker a prestare attenzione ai contenuti che decideranno di condividere d’ora in poi. Anche senza contratto, scrive, Apple pensa che si tratti di un abuso di informazioni commerciali e controllerà i post sui futuri prodotti, per cui sarà prudente non condividere informazioni la cui pubblicazione potrebbe comportare conseguenze legali.

La decisione di rispettare o meno i limiti imposti da Apple spetta ai leaker: in futuro, potremmo vedere sempre meno informazioni pubblicate in anteprima.

LEGGI ANCHE >>> 200 milioni di dollari per il 6G: il piano rivoluzionario di un Paese