Smartwatch Samsung, rivoluzione in vista: arriva WearOS?

L’affidabile Ice Univerce anticipa una notizia bomba: gli smartwatch Samsung potrebbero abbandonare TizenOS per abbracciare WearOS, sistema operativo di Google. Un ritorno alle origini?

smartwatch Samsung WearOS
Smartwatch Samsung (AdobeStock)

La notizia è senza dubbio d’impatto e perciò dovrà essere ovviamente confermata, eppure vale la pena riportare l’indiscrezione in quanto proveniente da una fonte ritenuta affidabile: gli smartwatch Samsung potrebbero abbandonare la piattaforma TizenOS in favore di WearOS, sistema operativo creato da Google. Un cambio di guardia indubbiamente rivoluzionario, nonché un vero e proprio ritorno al passato da parte del gigante di Seoul, che potrebbe ripercorrere una strada abbandonata dall’ormai lontano 2014.

Per i meno esperti, può essere infatti agevole ricordare che il debutto dei primi smartwatch Samsung è coinciso con il lancio del software per i dispositivi indossabili realizzato da Google, precedentemente conosciuto sotto l’appellativo di Android Wear. Il produttore coreano ha tuttavia deciso di mettersi in proprio, implementando sui suoi Galaxy Gear e Galaxy Watch la piattaforma proprietaria TizenOS, peraltro apprezzata per il connubio tra praticità e funzioni, specie con riguardo all’interazione con la ghiera.

Gli indossabili griffati Samsung hanno saputo conquistare negli anni un apprezzabile successo, restando tuttavia al palo relativamente al supporto delle applicazioni: lo store di WearOS continua infatti ad essere ineguagliato per quantità di programmi messi a disposizione dei consumatori, e chissà che non sia proprio questa la motivazione principe del cambio di rotta di Samsung.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Single Take con Samsung Galaxy S21: come funziona – VIDEO

Arrivano le personalizzazioni su WearOS?

smartwatch Samsung con WearOS
Logo Samsung (AdobeStock)

Non sappiamo ancora quali saranno le peculiarità distintive dei presunti smartwatch Samsung con WearOS, ma per il momento appare agevole soffermarci sulla notizia, anche perché proveniente dall’affidabile Ice Universe, spesso e volentieri decisivo quando si parla di anticipazioni legate ai dispositivi realizzati dalla casa coreana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> OnePlus Watch più vicino: spuntano alcune immagini in rete

Potrebbe anche darsi che Samsung segua la strada già tracciata in precedenza da Xiaomi e Oppo (e in futuro anche OnePlus), i cui smartwatch offrono per l’appunto una personalizzazione della piattaforma WearOS, nel tentativo di adattarla meglio alle esigenze e strategie dei produttori. Possibile quindi che Google abbia deciso di cambiar strategia, al fine di valorizzare la diffusione del sistema operativo, mutuando così la strada già tracciata su Android. E chissà che questo non possa tradursi con il lancio del chiacchieratissimo Pixel Watch di Gogole.