Smanettare con cura: come migliorare uno smartphone Xiaomi

Una delle componenti che ha permesso a Xiaomi di compiere il definitivo salto di qualità, issandosi al primo posto nel semestre iniziale del 2021 è stato certamente il è il MIUI, dove “mi” sta per Mission Impossible, per stessa ammissione del marchio cinese e UI per Interfaccia Utente, quel ROM per smartphone e tablet basato su Android.

Xiaomi 20211227 cell
L’interfaccia utente di Xiaomi, MIUI, è sempre più potente – Adobe Stock

Molte volte quando compriamo uno smartphone non conosciamo appieno le sue potenzialità, questo perché ci accontentiamo di utilizzare le principali specifiche di un cellulare, perdendoci troppo spesso le ottimizzazioni e le performance massimale del dispositivo appena acquistato.

Ma giocandoci un po’, smanettando all’interno di un telefonino, ci si imbatte in qualcosa di nuovo, che può migliorare il nostro device, con un semplice click. E’ il caso di tutti gli smartphone, griffati dalla multinazionale cinese che opera nel campo dell’elettronica di consumo, fondata in Cina nel 2010 e ora a Pechino.

Tanti trucchetti, ce n’è uno che può servire (eccome) nel mondo del gaming

Xiaomi 20211227 cell
Xiaomi ha qualche trucchetto per migliorare le prestazioni – Adobe Stock

Rendere uno smartphone Xiaomi (ma anche Redmi e POCO, i modelli low coast del marchio pechinese) non è poi così difficile. E’ necessario, magari, smanettare un po’ all’interno nell’interfaccia personalizzata.

LEGGI ANCHE >>> Cellulari funzionanti anche dove non prende, Garmin lancia i primi device con inReach

Si trovano nuovi strumenti, non soltanto utili dal punto di vista grafica, ma performanti l’esperienza nel suo utilizzo quotidiano. All’interno delle ultime versioni della MIUI, Xiaomi ha inserito la modalità Prestazioni, una funzionalità già presenti nella la MIUI 7, prima di scomparire, prima di apparire nuovamente.

LEGGI ANCHE >>> Il nuovo iQOO 9 disporrà di un sistema di raffreddamento a dir poco singolare

Questo il percorso per trovare la feature Prestazioni: Impostazioni, scrollare per trovare “Batteria e prestazioni”, quindi “Prestazioni” dello slider nella tab “Risparmio energetico”. Un po’ di tempo ci vuole, meglio prendere una scorciatoia.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp lavora alle chat di gruppo: pronta una nuova feature utilissima

Tirando giù la tendina delle notifiche per due volte, scrollando verso destra, c’è il toggle “Modifica”. Tap, e si aprirà la schermata di tutti quei un flip-flop di tipo JK, inutilizzati: è qui che si trova la “Modalità prestazioni”. Basta trascinarlo su, fra le prime quattro posizioni, tira la tendina, click per attivare una modalità con la notifica persistente persistente. Cliccandoci, si verrà reindirizzati al menu relativo, dover aver accesso allo slider succitato.

La MIUI 12 è piena di queste scorciatoie. Per esempio come attivare l’app drawer della home: Impostazioni, poi Recarvi in Schermata Home, alla voce Schermata Home scegliere lo stile Con Cassetto app. Oppure per programmare accensione e spegnimento della batteria: Impostazioni > Batteria e prestazioni per poi toccare in alto la scheda del menu batteria. Lì c’è la voce Pianifica accensione/spegnimento dove sarà possibile impostare le fasce orarie desiderate.

Senza dimenticare un trucchetto molto utilizzato dai gamer per alzare al massimo le prestazioni con la modalità turbo videogiochi. Come? Grazie a una modalità che si può recuperare tramite il menu Impostazioni-Funzionalità speciali.