In arrivo Ashirase, il navigatore che aiuta gli ipovedenti

Una startup giapponese ha sviluppato Ashirase, un sistema di navigazione tattile con una tecnologia innovativa a supporto delle persone affette da condizioni di ridotta capacità visiva.

Ashirase sistema di navigazione tattile
(Ashirase)

Wataru Chino, ingegnere presso Honda, ha sviluppato un sistema di navigazione tattile per ipovedenti con una tecnologia di supporto innovativa che aiuterà molte persone con condizioni di ridotta capacità visiva: permetterà di utilizzare i piedi per orientarsi tramite un apposito dispositivo collegato a una soletta da inserire nelle scarpe, piuttosto che usare un telefono o altri supporti visivi.

Ashirase è il nome sia del prodotto che della compagnia, che ha ricevuto il supporto finanziario del progetto per le startup di Honda. Il sistema è composto da due parti, e consiste nell’app di navigazione Ashirase da installare sul telefono dell’utente e da un componente in silicone da inserire nelle scarpe che accoglie un particolare dispositivo, una combinazione tra una bussola elettronica e un sensore di movimento. Una volta programmata la destinazione nell’applicazione, le solette vibrano in determinate sequenze e ritmi: ad esempio, “vai avanti” causa delle vibrazione sotto la parte anteriore del piede, “gira a sinistra” sul lato sinistro, e la velocità delle vibrazioni indicano la prossimità di un ostacolo o del cambio di direzione.

LEGGI ANCHE >>> Redmi abbandona il mercato low cost: pronto un device top di gamma

Ashirase, il sistema di navigazione tattile nato dall’esperienza di Wataru Chino

Ashirase sistema di navigazione ipovedenti
(Ashirase)

Il concetto fondamentale del sistema è quello di permettere agli utenti di restare consapevoli dell’ambiente circostante mentre camminano, evitando di dover controllare lo smartphone o chiedere direzioni. Dopo un tragico incidente che ha causato la morte di un suo famigliare ipovedente, Chino ha deciso di contribuire al supporto delle persone affette da questa condizione e ha trasformato il suo progetto in realtà.

I prototipi di Ashirase sono già pronti e possono essere usati in alcuni modelli di sneakers e scarpe eleganti, ma il progetto prevede l’espansione per includere più tipi di calzature. Inizialmente, il sistema sarà offerto secondo le taglie S, M e L delle scarpe giapponesi, per poi aggiungere più opzioni personalizzate. Inoltre, per ora è basato sull’API di Google Maps e può risultare limitato nella navigazione di luoghi chiusi come centri commerciali e hotel. Il team di Ashirase sta lavorando anche a questo, e prevede di aggiungere anche delle opzioni per il trasporto pubblico.

LEGGI ANCHE >>> Scrivi in grassetto o in corsivo su WhatsApp con questo trucco geniale

La startup è alla ricerca di un fondo aggiungo di circa 200 milioni di yen (1.5 milioni di euro) per dare inizio alla produzione di massa, e ha pianificato il rilascio di una versione beta in Giappone nell’autunno di quest’anno, durante il quale gli utenti riceveranno il sistema gratuitamente per una settimana per inviare il proprio feedback. Il debutto sul mercato è arreso per Ottobre 2022, con un’abbonamento mensile al servizio di circa 2.000 – 3.000 yen (15€-23€).