ZTE ci riprova: il suo nuovo smartphone Android sarà grande e innovativo

ZTE Axon 30 è pronto a debuttare a settembre sul mercato globale sfidando Galaxy Z Fold 3 di Samsung.

ZTE Axon 30
Si avvicina il debutto globale di ZTE Axon 30 (Screenshot YouTube)

ZTE è pronta a rispondere a distanza a Samsung, in predicato di lanciare il suo primo smartphone con fotocamera frontale sotto al display. Il produttore cinese ha battuto tutti sul tempo, implementando una tale tecnologia sul suo Axon 20. E il modello di generazione successiva, presentato in Cina all’inizio della scorsa settimana, è adesso pronto a debuttare sul mercato globale a settembre.

ZTE vuole insomma dimostrare di saperci fare dopo aver raccolto commenti contrastanti per il suo attuale dispositivo. La tecnologia dei sensori fotografici posizionati sotto al display non sembra infatti essere ancora matura e il beneficio di un pannello immersivo e senza interruzioni va a scontrarsi con una qualità degli scatti in alcuni casi anche piuttosto mediocre. Ma non si tratta di una mancanza addebitabile esclusivamente al sodalizio cinese, quanto piuttosto di un limite riconducibile a una tecnologia ancora tutta da perfezionare.

ZTE Axon 30 ambisce quantomeno a migliorare tutti i punti deboli del suo diretto predecessore, ad incominciare dalla disponibilità: il nuovo smartphone Android top di gamma dovrebbe infatti essere più facilmente reperibile sul mercato dopo che l’ex portabandiera cinese aveva fatto approdo in Italia attraverso il controverso sistema ad inviti. In seconda battuta, c’è la promessa di un miglioramento nelle fotografie immortalate attraverso il sensore posizionato sotto al display, la cui risoluzione si attesta sui 16 megapixel.

LEGGI ANCHE >>> Elon Musk poteva diventare CEO di Apple: l’incredibile vicenda datata 2016

Uno schermo gigantesco

Il nuovo dispositivo rientrerà pienamente tra i top di gamma in ragione delle sue specifiche hardware ritoccate verso l’alto. Il processore installato sotto al “cofano” è lo Snapdragon 870 di Qualcomm e sarà accoppiato da almeno 6 gigabyte di memoria RAM (esistono in Cina due varianti con a bordo 8 e 12 gigabyte di memoria RAM) e 128 o 256 gigabyte di spazio di archiviazione interno. Al di là dell’innovazione determinata dalla fotocamera sotto al display, il pezzo forte di Axon 30 è certamente lo schermo AMOLED da addirittura 6,9 pollici, mentre la fotocamera posteriore vedrà la presenza di tre sensori da 64 megapixel ciascuna e una quarta unità da 8 megapixel.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp e la truffa del Green Pass, non cliccate su questo link!

Il prezzo del nuovo smartphone Android è ancora un mistero. Il modello base viene venduto in Cina all’equivalente di 475 dollari, che potrebbero facilmente tradursi in Italia e nel mercato globale in almeno 550 euro. Staremo a vedere, certi comunque che l’arco temporale di uscita è fissato per il mese di settembre.