Samsung renderà più veloci gli aggiornamenti in Europa: cosa dovrebbe cambiare

Nei piani di Samsung, c’è l’idea di velocizzare gli aggiornamenti in Europa. Ecco cosa dovrebbe cambiare nei prossimi mesi

Uno dei punti di forza di Samsung – e dei suoi prodotti presenti sul mercato – sono i continui aggiornamenti software. Da sempre, l’azienda sudcoreana si appoggia a Google e ad Android come sistema operativo, con un rilascio degli update spezzettato e che offre i propri servizi in maniera non univoca.

samsung update 20220127 cellulari.it
Pare che Samsung stia lavorando ad un nuovo metodo di distribuzione degli aggiornamenti software (Adobe Stock)

Presto però, qualcosa potrebbe cambiare. Pare infatti che il marchio stia lavorando per velocizzare il processo di rilascio dei software con alcune interessanti idee. Si andrà a lavorare direttamente nelle ROM previste per le diverse nazioni, con miglioramenti previsti in tutta Europa.

POTREBBE INTERESSA ANCHE >>> Apple tiene alla sicurezza personale degli utenti: pubblicata una guida ufficiale per “blindare” i dispositivi

Ecco come Samsung velocizzerà gli aggiornamenti in Europa

samsung update 20220127 cellulari.it
Si valutano modifiche alla ROM per unificare il rollout degli update (Adobe Stock)

Si parte dal Vecchio Continente, per un progetto pensato da Samsung che punta a velocizzare il rilascio degli aggiornamenti. Ad oggi, l’azienda produce ROM diverse per ogni nazione. Ognuna di esse è contrassegnata da un Country Specific Code che ne indica non solo il paese di provenienza, ma anche se lo smartphone è brandizzato con qualche operatore telefonico. Il rollout degli update si basa proprio su questo concetto: possono arrivare prima in Germania, poi in Spagna, poi in Italia e così via. L’idea sarebbe quella di unificare il tutto, con software siglati dal CSC “EUX”.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Pirateria online, nuovo blitz della Guardia di Finanza: 500.000 italiani rischiano sanzioni

Così facendo, i vantaggi saranno immediati tanto per gli utenti quanto per l’azienda stessa. Se infatti i primi dovranno attendere meno tempo per usufruire di tutte le novità studiate da Google, al tempo stesso Samsung potrà ridurre le spese di produzione degli aggiornamenti. Stando a quanto riportato da Galaxy Club, la modifica software ha già preso il via nei Galaxy A52, Z Fold, Z Flip 3 e dovrebbe proseguire con i Galaxy S22, A53, A33 e A13. Non resta che attendere e capire se sarà il colosso sudcoreano stesso a confermare o a smentire il tutto.