Samsung e Qualcomm mettono le ali al 5G: numeri da capogiro per la connettività mobile

Samsung e Qualcomm stabiliscono nuovi record in fatto di velocità in download del 5G. E i numeri sono assolutamente mastodontici

5G record download Samsung Qualcomm
Samsung e Qualcomm spingono il 5G (PixaBay)

Tutte le potenzialità delle reti di quinta generazione sono espresse in semplici (ma ragguardevolissimi) numeri registrati di recente da Samsung e Qualcomm. Sfruttando il dispositivo di test Snapdragon X65 5G Modem-RF System, le due aziende sono riuscite a spingere la velocità in download del 5G fino a toccare la mastodontica cifra di 8,08 Gbps. Numeri che valgono (ancora) un nuovo record di velocità per lo standard di connettività mobile che sta cercando di imporsi sempre più a livello mainstream.

Non è la prima volta che assistiamo a pesanti “giri” di motore del 5G, a conferma che molte aziende stanno lavorando sodo per spremere ogni goccia del potenziale delle reti di quinta generazione. E Samsung sembra essere in questo senso il brand capofila: l’azienda coreana, tra le prime a portare sul mercato il 5G con una versione speciale dell’allora smartphone top di gamma del 2019 Galaxy S10, aveva già raggiunto una velocità record in download in 5G, registrando il picco di 5,23 Gbps lo scorso marzo. A una manciata di mesi di distanza, Samsung ha insomma superato se stessa e siamo certi che ci saranno nel prosieguo ulteriori primati tali da spingere ulteriormente la forza dirompente del 5G.

LEGGI ANCHE>>> Robot che leggono la mente umana: l’avveniristica invenzione nata in Cina

Continuano i lavori per ampliare la copertura 5G in tutto il mondo

5G record download Samsung Qualcomm
Samsung aveva fatto già registrare ottimi numeri lo scorso marzo (Unsplash)

Dietro ai 8,08 Gbps messi in archivio soltanto qualche giorno fa si celano tutte le potenzialità dello Snapdragon X65 5G Modem-RF System. Come riportato dalla redazione di PhoneArena, i test sono stati condotti presso il laboratorio Plano in Texas, sfruttando la radio RAN e Core completamente virtualizzata e la tecnologia per combinare gli spettri mmWave e 5G a banda media: questo ha portato a 800 MHz di frequenze mmWave e 100 MHz di frequenze a banda media.

LEGGI ANCHE>>> Samsung attenta: accelerata Honor negli smartphone pieghevoli

Appare di tutta evidenza che gli enormi vantaggi del 5G resteranno in secondo piano in mancanza di una compatibilità più puntuale e capillare dello standard di connettività mobile in tutto il territorio nazionale. In questo senso, i lavori per aggiornare le infrastrutture continuano a ritmo incessante e siamo convinti che le reti di quinta generazione acquisteranno nei prossimi anni una certa maturità per imporsi nei vari contesti produttivi. E chissà che nel frattempo non emergeranno nuovi record, con Samsung e Qualcomm ancora sugli scudi pronti a spingere il 5G verso nuove mete.