POCO M4 punterà su fotocamere e display per conquistare la palma di migliore smartphone economico

Trapelano in rete le prime indiscrezioni sulla scheda tecnica di POCO M4, con due grossi miglioramenti attesi dai beneinformati

POCO M4 migliore smartphone economico
L’attuale POCO M3. uno dei migliori smartphone Android economici (Screenshot YouTube)

POCO M4 si affaccia sulla scena della rete a circa un mese di distanza da quella che dovrebbe essere la finestra di lancio, ad oggi plausibilmente auspicata per febbraio. La macchina dei rumors si è già messa in moto per anticipare le caratteristiche di un dispositivo che vuole seriamente contendersi lo scettro di migliore smartphone economico, a fronte di una completezza hardware e di un prezzo di vendita molto aggressivo. Ricordiamo in questo senso che l’attuale POCO M3 è uno degli smartphone più interessanti attorno ai 150 euro, e di conseguenza ci aspettiamo progressi tangibili anche per il suo diretto successore.

In quest’ottica, le indiscrezioni lanciate dall’esperto mySmartPrice fanno ben sperare, riassumendo i miglioramenti di POCO M4 in due principali filoni: fotocamere e display. Lo smartphone Android economico del sub-brand di Xiaomi potrebbe infatti sfoggiare un pannello principale con frequenza di aggiornamento a 90 Hz, una vera e propria rarità tra i dispositivi entry-level, affiancato per l’occasione da un gruppo fotocamere composto da tre sensori, di cui uno principale da 64 megapixel.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le offerte telefoniche convenienti disponibili a inizio gennaio 2022

POCO M4, la fotocamera utilizzerà sensori Omnivision e Sony

POCO M4 migliore smartphone economico
L’iconica finitura gialla degli smartphone POCO (Screenshot YouTube)

La fonte riportata nelle righe precedenti è stata piuttosto prodiga di dettagli, quasi a volere rafforzare la propria credibilità. Secondo quanto raccolto, POCO M4 potrebbe essere spinto da un processore MediaTek di fascia bassa, mentre le tre fotocamere sul posteriore saranno prodotte da Omnivision e Sony: la prima curerà il sensore principale da 64 megapixel (modello OV64B40) e l’obiettivo di tipo macro da 2 megapixel (modello OV2A), mentre la seconda avrà in carico la realizzazione del modulo ultra-grandangolare da 8 megapixel (sensore IMX355).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone 15, ancora voci sulla fotocamera periscopica: Apple pronta a sfidare gli Android

Come detto all’inizio, lo smartphone economico di POCO dovrebbe debuttare a febbraio e in questo senso non sembrano esserci grossi dubbi circa la sua disponibilità anche sul territorio italiano, considerata la commercializzazione del modello di scorsa generazione, ad oggi uno dei migliori smartphone economici per rapporto qualità-prezzo. In ogni caso, non mancheremo di tornare sull’argomento, certi che le prossime settimane (evidentemente di “accompagnamento” al lancio ufficiale) saranno decisive per fare chiarezza su alcuni aspetti ancora in penombra, come ad esempio la grandezza del display e lo specifico tipo di processore utilizzato dal sub-brand di Xiaomi.