PlayStation 5, cover di PlateStation fermate: Sony ha denunciato

PlayStation 5 cover nera (via PlateStation)

PlayStation 5, le cover messe in vendita da PlateStation sono state bloccate da Sony che ha denunziato la piccola azienda.

La PlayStation 5 è ormai l’oggetto più desiderato del momento. Parliamo infatti della console next-gen di Sony, che come al solito parte da una posizione estremamente privilegiata rispetto alla concorrenza di Microsoft. E’ infatti la PlayStation ad avere un posto più radicato nella mente e nel cuore dei videogiocatori, che da molto prima rispetto all’esordio di Xbox potevano giocare sul capolavoro tecnologico nipponico. Ora che la PS5 si avvicina al lancio e si vedono unboxing e video della console da parte di influencer e youtuber. Tutti sottolineano non solo la dimensione incredibile della console, ma anche e soprattutto il fatto che il colore scelto, il bianco, non è proprio il massimo. Ed ecco perché negli scorsi giorni il sito di PlateStation 5 era stato letteralmente preso d’assedio dagli utenti di tutto il mondo.

LEGGI ANCHE —> Vivo, ecco cosa si sa del nuovo S7e 5G

PlayStation 5, cover di PlateStation fermate: Sony ha denunciato

Come vi avevano raccontato qualche settimana fa, un’azienda piccola e indipendente di giovani imprenditori aveva avuto un’idea. Dato che in tantissimi si lamentavano della cover bianca di PS5, avevano iniziato un business di vendita di cover esterne colorate, preordinabili per 39.99 dollari. I colori disponibili erano 5: nera, rossa, blu, cromato, giungla. A casa sarebbero dovuti arrivare nelle prossime settimane ben due cover, quella inferiore e superiore, per poter sostituire le facciate bianche di serie con queste colorate. Purtroppo, però, Sony ha fatto sapere che la sua proprietà intellettuale sulla console comprende anche le cover e per questo ha denunciato PlateStation 5. I giovani imprenditori non hanno potuto fare altro che arrendersi e chiudere tutto, promettendo la restituzione del denaro a tutti quelli che avevano creduto nell’iniziativa.

LEGGI ANCHE —> Covid-19 e smartphone, i pericoli nascosti e come evitarli nel quotidiano