Parler vittima di attacco hacker: rubati 70 terabyte di dati degli utenti

Chiuso da Amazon qualche giorno fa, il social network Parler è stato vittima di un attacco hacker: rubati 70 terabyte di dati

parler hacker
Parler vittima di un furto dati (Adobe Stock)

Continua a far discutere Parler, il social network tanto amato da Donald Trump e dai suoi sostenitori che Amazon ha provveduto a chiudere qualche giorno fa, in quanto rappresentava un rischio molto grande per la sicurezza pubblica.

Le voci a riguardo non si sono però placate, anzi. Pare infatti che, stando a quanto affermato dall’utente Donk_Enby, nelle ultime ore di vita del social network sia stato possibile salvare ben 70 terabyte contenenti dati degli utenti, post, messaggi, video e tanto altro. Alcuni hacker sono riusciti a metter mano a questa miriade di informazioni, pari al 99,9% di tutto ciò che è stato pubblicato sul social network.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> MagSafe Duo di Apple, tanta qualità e un prezzo che divide

Parler, i dettagli dell’attacco hacker

app Parler estremisti Trump
Ecco i dettagli dell’attacco

Continua la bufera intorno al social network Parler, anche dopo essere stato chiuso da Amazon. Come rivelato dall’utente Donk_Enby, infatti, a poche ore dal suo addio ufficiale dal web è stato possibile scaricare il 99,9% dei contenuti pubblicati sul sito, che corrispondono a circa 70 terabyte di messaggi, foto, video e informazioni personali. Il tutto sarebbe avvenuto con una mossa hacker di scraping, resa possibile poiché la società Twilio ha deciso di tagliare i ponti con Parler. Questa si occupava della verifica per gli ID utente.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Honor V40 punta tutto su display e fotocamere da urlo

L’attacco sarebbe avvenuto per verificare le attività illecite portate avanti dai sostenitori di Donald Trump sul sito, ma ha riguardato poi anche gli utenti non sospettati di un utilizzo improprio del sito. Secondo quanto riferito dall’A.D. di Parler, il social network dovrebbe rimanere offline una settimana per garantire la transazione verso un nuovo hosting.