OPPO va all-in sui cellulari pieghevoli. Foldable ma anche rollable

Un summit coi partner, una decisione all’unanimità, la scelta di espandersi in quel segmento lanciato da Samsung, ma che sta creando sempre più competitor, fra cui in prima fila c’è proprio OPPO.

L’azienda di elettronica di consumo di Dongguan, che produce smartphone, dispositivi audio, power bank, lettori multimediali, uno dei più importanti produttori in Cina, ha deciso di espandersi con i nuovi tablet PC, ma soprattutto una serie di smartphone multimediali.

OPPO 20220207 cell
OPPO si lancia sul mercato dei foldable – Adobe Stock

Nell’ultimo vertice, Liu Bo non ha soltanto menzionato sugli ultimi progressi di OPPO, diventato il terzo marchio Android e il secondo offline, ma soprattutto ha evidenziato i numeri del Find X3, aumentato dal 46% al 60%. Una linea da continuare a seguire.

Strategia OPPO: in mente il primo smartphone con display arrotolabile

smartphone foldable 20220207 cell
Smartphone foldable, ma OPPO pensa agli “arrotolabili” – Adobe Stock

La fusione con il marchio OnePlus va alla grande, così OPPO andrà all-in nel mercato di fascia alta, con una serie di nuovi cellulari pieghevoli. O con schermi scorrevoli, visto che alla OPPO Future Technology Conference del novembre 2020, fu lanciato proprio una concept machine con uno schermo a scorrimento. Lo schermo dello smartphone che poteva essere allungato come un’immagine pergamena. La dimensione massima è di 7,4 pollici e la dimensione minima è di 6,7 pollici. “Zero Effetto schermo piega“, come ha ribadito Zhang Jun.

LEGGI ANCHE >>> Apple e Google tremano: una legge in USA vuole abolire l’esclusività degli store

Quel concept machine era solo una vetrina tecnologica, un pensiero stupendo: l’azienda allora non aveva in programma di produrre e vendere in serie tali dispositivi. Ma visto il successo del suo OPPO Find N, il ritorno al futuro.

LEGGI ANCHE >>> Oppo Pad è pronto a sfidare iPad Air 5: cosa sappiamo e cosa aspettarsi

Il colosso cinese non ha mai rinunciato ai telefoni “di forma mutevole”. In un recente evento, lo stesso vicepresidente Liu Bo ha accennato al fatto che l’azienda sta lavorando sul design sia dei pieghevoli sia degli arrotolabili, senza menzionare piani specifici per il lancio.

Ma dopo il recente summit, OPPO ha deciso di entrare nel nuovo mercato, a tutta: il suo primo tablet dovrebbe essere lanciato nella prima metà del 2022, in linea con ciò che il leaker Digital Chat Station diceva il mese scorso: una ColorOS per tablet con un dock, widget desktop e altro ancora. Il tablet potrebbe competere perfino con il Huawei MatePad Pro 12.6.

Ma è nel segmento dei foldable e dei rollable che OPPO dovrebbe investire maggiormente, proprio come rivelato Mukul Sharma. Secondo il techmaster indiano, potrebbe esserci nel breve medio periodo un OPPO Find Flip, seguito da un Find Roll e un Find Fold, l’erede designato del Find N.

Find Roll immaginato da Mukul Sharma potrebbe essere il primo smartphone con display arrotolabile made in OPPO, mentre Find Fold confermerebbe la continuità dei cinesi: così uguali a Samsung nel segmento dei pieghevoli, così diverso nello sviluppo.