OPPO Reno6 5G messo alla prova da DxOMark, c’è un dato che ha stupito tutti

Anche per l’OPPO Reno6 5G è arrivato il momento di esser messo alla prova da DxOMark. C’è un dato che ha stupito tutti

oppo reno6
Gli ultimi test di DxOMark mettono in luce una caratteristica spettacolare degli OPPO Reno6 5G (screenshot Oppo.com)

Come di consueto, i device di ultima generazione appena usciti vengono messi alla prova da DxOMark. È anche il caso dell’OPPO Reno6 5G, tra le sorprese più piacevoli lanciate nella seconda metà del 2021. Oltre che per il design accattivante, questo smartphone colpisce per le sue specifiche tecniche sia a livello hardware che software.

Ma non solo. Gli ultimi test effettuati da DxOMark mettono in luce un altro aspetto su cui – almeno inizialmente – non ci si era soffermati abbastanza: la batteria. I dati parlano di un primato assoluto, ben al di sopra della concorrenza sia per efficienza che per la velocità di ricarica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Non soltanto Black Friday: Galaxy S21 Ultra è ancora più conveniente con questa promozione

OPPO Reno6 5G primeggia con la sua batteria

oppo reno6 5g
Ecco tutti i risultati aggiornati dei test effettuati (screenshot)

Gli ultimi test effettuati da DxOMark consegnato all’OPPO Reno6 5G lo scettro di smartphone con la miglior batteria attualmente sul mercato. Ben 96 i punti ottenuti, suddivisi in questo modo: 73 per l’autonomia, 101 per l’efficienza e 109 per la ricarica. A livello di specifiche tecniche, si parla di una cella da 4300 mAh con però l’ottima ricarica rapida SuperVOOC da ben 65 W. Un punto di forza non da poco, che ha permesso al device in questione di ottenere il primato sia nella classifica High-End Ranking che in quella Global Ranking.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Very Mobile, ultime ore per sfruttare una vantaggiosa promozione dell’operatore

Per far capire le sue potenzialità, basti pensare che – se collegato alla corrente con meno del 50% di autonomia – il device in questione recupera oltre 10 ore di autonomia in appena 5 minuti. Ci sono però alcuni tasti dolenti, sottolineati sempre da DxOMark con i suoi test. Pare che le performance in mobilità siano solo nella media, e anche l’autonomia in chiamata non è nulla di eccezionale. Per un device di questo tipo, comunque, si tratta di valori molto importanti e che potrebbero avvicinare nuove fette di pubblico.