Nuove reazioni di fissione nucleare nelle rovine di Cernobyl

Nuove reazioni di fissione nucleare nel cuore di Cernobyl, che ora torna a far preoccupare e non poco le autorità europee. 

Chernobyl
Chernobyl fa registrare nuove attività nucleari (Pixabay)

Quanto accaduto a Cernobyl nel 1986 non ci ha mai davvero abbandonati. L’esplosione della centrale nucleare ha cambiato in modo decisivo la storia dell’umanità. Da quel momento, nel caso vi fossero dei dubbi, si è compresa la pericolosità enorme che racchiude l’energia nucleare e la possibilità che un errore umano minuscolo possa compromettere per sempre la storia di troppe persone per essere accettabile. Ovviamente questo non significa davvero che l’uomo abbia imparato dai suoi errori, e oggi ci sono centrali nucleari operative e ciclicamente si dibatte sulla possibilità di aprirne altre. Ebbene in questi giorni quanto accaduto in Ucraina sta tornando a preoccupare e non poco la comunità scientifica, dato che stanno rivelando dell’attività di fissione nucleare nel fondo. Un’attività inaspettata che non dovrebbe essere rilevata, ma che purtroppo si sta manifestando proprio in queste ore.

LEGGI ANCHE —>Ragnatele sonore, uno scienziato e il suo esperimento – VIDEO

Reazioni di fissione a Cernobyl, situazione preoccupante

Cernobyl
Cernobyl stanza con i cosmonauti (Pixabay)

La cosa preoccupa e non poco. Purtroppo le acque presenti nel reattore, chiuso da un grosso scudo, non stanno facendo quello che si sperava. Infatti invece di diminuire le temperature e cercare di migliorare la situazione complessa, la situazione si sta facendo ancora più difficile e complessa. Perché le previsioni fatte dalla comunità scientifica non si stanno affatto mantenendo e questo potrebbe significare che presto la situazione potrebbe essere veramente difficile da risolvere.

LEGGI ANCHE —> Non visualizzate questa storia di Instagram: blocca il vostro iPhone!

Ora, riporta Il Giornale, non resta che cercare di creare un robot abbastanza resistente che possa andare sul posto e inserire delle grosse barre di boro all’interno della massa radioattiva. Perché se non si avvia quanto prima questa operazione, potremmo vedere il quarto reattore di Cernobyl ancora una volta esplodere dopo quel rovinoso 1986.