Microsoft sul trono delle big tech mondiali: spodestata Apple

La creatura di Bill Gates sorpassa quella di Steve Jobs e diventa l’azienda quotata in borsa che vale di più al mondo: decisivo il tasso di crescita durante la pandemia.

Microsoft-v-Apple-most-valuable-company (Adobe Stock)
(Adobe Stock)

Microsoft è la società quotata in borsa con il più alto valore di mercato al mondo. Il colosso informatico di Seattle guadagna il primato ai danni di Apple, superata venerdì, nell’ultima sessione di mercato della settimana. Attualmente Microsoft vale 2490 miliardi, contro i 2460 del capitale di Apple. Confrontando l’andamento dei due titoli durante l’anno solare, le azioni di Microsoft sono aumentate di oltre il 48%, ossia quasi quattro volte in più di Apple, cresciuta del 13%.

Ad influire sulle valutazioni degli speculatori sono i conti della Mela Morsicata, che giovedì ha relazionato sull’ultimo trimestre, in cui i ricavi sono stati minori rispetto alle attese degli analisti. Il problema, oltre al fatto che il prodotto di punta iPhone 13 era al tempo uscito da pochissimo, sarebbe legato agli ormai arcinoti problemi della catena di distribuzione.

La pandemia ha affossato Apple e valorizzato Microsoft

Windows 11 (Adobe Stock)
Windows 11 (Adobe Stock)

La carenza di materie prime e le difficoltà logistiche causate dalla pandemia hanno provocato grossi rallentamenti nella produzione, condizionando le prestazioni finanziarie del brand di Cupertino. Secondo quanto confessato dal CEO Tim Cook ai microfoni della CNBC, il ritardo rispetto alle previsioni è di ben 6 miliardi di dollari. E data la situazione a livello globale, sarebbe quanto meno azzardato parlare di una ripresa imminente.

LEGGI ANCHE—>Apple, con iOS 15.1 arriva il Green Pass sempre a portata di mano

Addirittura le vendite di iPhone sono state inferiori a quanto ci si aspettasse, nonostante un +47% sui numeri dell’anno precedente. Un raffronto che dimostra come il problema non riguardi i prodotti Apple, ma appunto i processi di produzione che non riescono a far fronte a una richiesta di mercato ancora sostenuta. Diametralmente opposta la situazione di Microsoft, azienda che ormai punta sul servizio e che di fatto fa affidamento su processi produttivi in gran parte automatizzati. Se si toglie il comparto dedicato alla console per videogiochi Xbox (non a caso anch’esso con contraccolpi alla produzione), Seattle investe fortemente sulla distribuzione di software e soprattutto sul Cloud, praticamente il suo prodotto di punta.

TI POTREBBE INTERESSARE>>>Microsoft Teams, svolta in arrivo: la nuova versione introduce importanti novità per la privacy

E infatti il suo fatturato nel primo trimestre 2021 è aumentato di circa il 22% in un anno, in questo caso sopravanzando i numeri preventivati dagli esperti di mercato. L’azienda di Bill Gates ha conosciuto durante la pandemia un’ascesa vertiginosa: basti pensare che le sue azioni hanno superato quota 2mila miliardi a giugno 2020, al tempo delle anticipazioni su Windows 11, primo aggiornamento dell’OS dall’introduzione di Windows 10 nell’estate del 2015.