Microsoft Teams, svolta in arrivo: la nuova versione introduce importanti novità per la privacy

Importanti novità in arrivo su Microsoft Teams: l’ultimo aggiornamento introduce una importante opzione dedicata alla privacy. Ecco in che cosa consiste e come attivarla

Microsoft Teams novità crittografia end-to-end
Le ultime novità su Microsoft Teams (Unsplash)

Abbiamo ormai imparato a conoscere le potenzialità di Microsoft Teams, l’app di videoconferenze esplosa (come d’altronde le analoghe alternative dell’intero settore) durante l’emergenza pandemica. Gli sviluppatori di Microsoft hanno lavorato alacremente per migliorare la propria piattaforma, introducendo novità anche importanti per l’utilizzo quotidiano. E quella ufficializzata nelle scorse ore segna certamente un ulteriore punto a favore nelle peculiarità distintive dell’app.

Come riportato da Bleeping Computer, Microsoft Teams supporterà la crittografia end-to-end (E2EE) per le chiamate one-on-one. La funzione è lungi dall’essere ancora in stato embrionale, dal momento che l’azienda di Redmond ha deciso di condividere un’anteprima pubblica contenente appunto una tale novità. Cosa significa questo per i meno esperti? Senza voler fare troppi giri di parole, la crittografia end-to-end applicata alle videochiamate tra due utenti garantirà una sicurezza pressoché totale all’intero flusso dei dati vocali e video, che saranno di conseguenza inaccessibili da qualsiasi occhio indiscreto, Microsoft inclusa.

LEGGI ANCHE >>> La serie Redmi Note 11 va in controtendenza e segnerà la conferma di una comoda caratteristica

Microsoft Teams, arrivano le conversazioni criptate

Microsoft Teams novità crittografia end-to-end
Come attivare la crittografia end-on-end nelle conversazioni one-to-one su Microsoft Teams (Screenshot Microsoft.com)

L’attivazione della nuova funzione su Teams è molto semplice, per quanto si tratti ancora di una anteprima. Gli utenti consumer dovranno innanzitutto installare l’ultimo aggiornamento della piattaforma, dopodiché sarà sufficiente recarsi nella pagina delle Impostazioni e selezionare la spunta dedicata alla crittografia end-to-end, visibile all’interno della sezione Privacy. Sui dispositivi mobili si dovrà invece entrare nella sezione “Chiamata” delle impostazioni e, dopo aver cliccato su “Crittografia”, attivare la voce “Chiamate crittografate end-to-end”. Con riguardo infine agli amministratori IT, sarà possibile attivare tale funzione (sia per l’intera azienda che per uno specifico gruppi di utenti) dalle impostazioni dell’admin center di Microsoft Teams.

LEGGI ANCHE >>> Facebook, 178 milioni di account in vendita sul mercato nero: denunciato barak_obama

L’inserimento della nuova aggiunta sarà generale, coinvolgendo non soltanto le versioni Windows di Microsoft Teams, ma anche quelle per Mac e per dispositivi mobili Android e iOS. Una funzione dunque consigliata e destinata a rafforzare pesantemente il livello di privacy delle videochiamate, sempre più habitué degli utenti nonostante l’allentamento delle restrizioni alla circolazione.