Magic Mouse ricaricabile anche senza fili? Un utente ci è riuscito

Il Magic Mouse può essere ricaricabile anche senza fili. Ecco la sensazionale scoperta dell’ingegnere DuanRui

magic mouse
Magic Mouse di Apple, un utente lo ha reso ricaricabile anche se wireless (Adobe Stock)

Da ormai diverso tempo, i Magic Mouse di Apple sono presenti sul mercato e coprono una buona fetta del mercato mondiale. Semplici da usare ed eleganti nel design, offrono una serie di funzionalità molto interessanti ad un prezzo non troppo elevato. Disponibili sia con filo che wireless, continuano ad essere tra gli accessori più apprezzati ed acquistati dagli appassionati del colosso di Cupertino.

Mentre il Magic Mouse 2 è ricaricabile tramite cavo Lightning – grazie ad una batteria integrata – lo stesso non si può fare con la versione wireless dell’accessorio. O almeno, così si pensava. L’ingegnere DuanRui ha fatto una scoperta sensazionale in questo senso, e l’ha condivisa su Twitter con un breve video tutorial di 90 secondi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> HarmonyOS, le novità che tendono la mano agli oggetti smart

Magic Mouse ricaricabile senza fili, la spiegazione di un utente

Se anche voi avete sempre sognato di ricaricare il vostro Magic Mouse di Apple senza fili, la scoperta dell’ingegnere DuanRui vi stupirà. L’utente ha condiviso su Twitter un breve video spiegazione di 90 secondi, durante i quali spiega tutti i passaggi che permetteranno all’accessorio Apple di ricaricarsi senza l’ausilio di un cavo Lightning. Ovviamente non si tratta di un lavoro per tutti, in quanto bisogna smontarlo ed inserire al suo interno alcune componenti fondamentali. Quello che stupisce è che un utente comune sia riuscito a fare tutto questo in 90 secondi, mentre Apple ancora non ci abbia pensato.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Apple con un occhio al mondo del fitness: brevettato il coach alimentare

I vantaggi del mouse di Apple sono innumerevoli: dalla connessione bluetooth alla sua ergonomicità, passando per la stabilità e la superficie Multi-Touch con molti gesti a disposizione. Chissà che proprio questo breve tutorial possa spingere gli ingegneri a migliorare anche la ricarica per i dispositivi wireless.