La ricarica rapida da 200W diventa realtà: quali device potrebbero implementarla

Presto la ricarica rapida da 200W potrebbe essere implementata da alcuni smartphone top di gamma. Ecco quali potrebbero essere

ricarica rapida
Il prossimo anno, la ricarica rapida a 200W potrebbe diventare realtà (Unsplash)

La ricarica rapida da 200W si prepara a diventare realtà. Chiaramente solo per i device top di gamma delle principali aziende sul mercato, almeno per il momento. Ad oggi, infatti, la potenza massima disponibile è di 120W. Un dato destinato ad aumentare già nel 2022, con l’uscita prevista di nuovi flagship dalla potenza super.

Non ci sono ancora notizie ufficiali su quali aziende decideranno effettivamente di puntare su questo standard, ma le indiscrezioni non mancano. Se per Samsung ed Apple ci sarà ancora da aspettare, così non sarà per Xiaomi. O almeno, così sembra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Novità D.L. Infrastrutture: come cambiano le norme sull’uso dello smartphone alla guida

Ricarica rapida da 200W sui device Xiaomi, ecco cosa sappiamo

Redmi Note 11 ufficiale smartphone
Potrebbe essere Xiaomi la prima azienda ad implementare la ricarica rapida a 200 W (Screenshot Blog Mi)

Secondo quanto si vocifera da qualche settimana, sembra che Xiaomi sia pronta ad implementare la ricarica HyperCharge sui suoi nuovi flaghsip. Il tutto grazie a batterie da ben 4000 mAh, ricaricabili al 100% in appena 8 minuti. I principali indiziati a godere di questa nuova feature sono Xiaomi 12 Ultra o Xiaomi Mi MIX 5. In generale, comunque, l’azienda cinese sta puntando parecchio sullo sviluppo di batterie più durevoli e veloci nella ricarica. Basti pensare a Redmi, che ha da poco presentato al pubblico la serie Note 11. Quest’ultima punta in maniera particolare proprio sulla capacità della batteria e sulle prestazioni dell’alimentatore in dotazione.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Come Google vuole salvare il mondo: AI e supercomputer per scoprire nuovi farmaci

Una tecnologia tanto vantaggiosa, quanto costosa per i produttori. Sono infatti necessari componenti di altissima qualità, a prezzi decisamente onerosi. Ne ha parlato il capo di Redmi Liu Weibing, sottolineando le difficoltà riscontrate per dare vita ad un device con questa caratteristica a prezzi bassi. Ora non resta che aspettare e vedere se effettivamente il prossimo anno verranno lanciati device con ricarica rapida a 200W. Si tratterebbe di un importante passo in avanti per l’intero settore, per un futuro sempre più fast.