iPhone senza EarPods nella scatola, il motivo della scelta presa da Apple

Anche in Francia, Apple ha deciso di rimuovere ufficialmente le EarPods dalla confezione. Ecco svelato il motivo della scelta

Una politica che ha preso il via con Apple, ma che ormai tutte le altre grandi aziende tech stanno seguendo. Gli smartphone di ultima generazione vengono venduti senza né caricabatterie né cuffie, una scelta dettata dalla volontà di essere più sostenibili e aiutare la salvaguardia dell’ambiente.

iphone cuffie 20220124 cellulari.it
Anche in Francia, gli iPhone non verranno più venduti con le EarPods nella confezione (Adobe Stock)

Curiosamente però, in Francia gli iPhone continuano ad essere venduti con le EarPods nella scatola. O almeno, così era fino a poco tempo fa. Dopo anni, infatti, l’azienda di Cupertino potrà invertire tendenza e vendere i propri prodotti col solo cavo dati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Redmi Note 11 Pro 4G sempre più vicino: svelate le specifiche tecniche

iPhone senza EarPods, i motivi della scelta di Apple

iphone cuffie 20220124 cellulari.it
Il tutto a causa di una modifica alla legge che vigeva nel Paese (Adobe Stock)

La Francia era l’unico paese che ancora vendeva gli iPhone con le EarPods. Il motivo? Esisteva una legge che obbligava le aziende a spedire i propri prodotti sul territorio con all’interno un paio di auricolari, sia cablati che non. Già nel 2020, in realtà, Apple aveva escluso le proprie cuffie dalla confezione di vendita degli iPhone 12. In Francia, ha dovuto spedire però una speciale confezione con l’accessorio incluso. Nella giornata di oggi, c’è stata una modifica alla legge che cambia le carte in tavola: gli OEM non sono più obbligati a fornire cuffie o kit vivavoce in Francia.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Samsung Galaxy S21 ed S21 FE, quali sono le principali differenze

Questo vuol dire che, già da oggi lunedì 24 gennaio, chiunque dovesse decidere di acquistare un iPhone in Francia dovrà fare a meno degli auricolari inclusi. E dunque ci sarà solo il cavo da Lightning a USB-C e lo smartphone in questione. Stando ad alcuni dati raccolti, comunque, non vi sono rischi significativi legati all’esposizione alle radiazioni durante l’utilizzo di un device. Inoltre, gli auricolari non attenuano il fenomeno. È anche per questo motivo che si è deciso di cambiare la legge.