iOS 14, scoperta feature nascosta: l’iPhone riconosce i suoni particolari

iphone widget
Iphone, ecco quali sono i widget più scaricati (Adobe Stock)

iOS 14, scoperta una feature segreta di cui non si era ancora parlato. l’iPhone è in grado di riconoscere e segnalare dei suoni particolari

Si tratta di settimane molto importanti per Apple. Il colosso di Cupertino ha da poco lanciato i suoi nuovi iPhone nelle varianti Mini, 12, Pro e Pro Max. I numeri parlano già di un grande successo, ma ovviamente l’azienda non vuole fermarsi qui e sta già lavorando per stupire ancora una volta tutti gli appassionati.

Da qualche settimana, è disponibile anche il nuovo sistema operativo iOS 14, le cui principali novità sono ormai sotto gli occhi di tutti. Ce ne sono però alcune che sono passate inosservate, ma potrebbero rivelarsi molto utili per alcuni utenti. Sapevate che il vostro iPhone è in grado di riconoscere e segnalare alcuni suoni particolari, inviandovi delle notifiche speciali? Ecco i dettagli della feature segreta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple, come seguire l’evento “One more thing” in streaming: link e ora

iOS 14, riconoscimento dei suoni: come funziona la feature

iOS 14.1
L’iPhone è in grado di riconoscere i suoni particolari (via Twitter)

Il nuovo sistema operativo iOS 14 è in grado di riconoscere i suoni e di segnalarli all’utente grazie a delle notifiche speciali. Feature segreta e pensata nello specifico per chi ha problemi di udito, è fin qui passata inosservata ai più. Per attivare la funzionalità, basta andare nelle impostazioni dello smartphone, scendere fino ad accessibilità, poi cliccare su riconoscimento dei suoni e attivare l’opzione. In poche parole, il melafonino si occuperà di segnalare suoni come quelli che emettono gli allarmi, gli animali, gli oggetti della casa e persino le persone.

Se quindi una persona ha problemi d’udito, non avrà più problemi a percepire una sirena d’allarme che suona, un cane che abbaia, qualcuno che bussa alla porta o un bambino che piange: ci penserà l’iPhone. 

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Samsung, riesce a battere Apple direttamente in casa