Instagram verificherà l’identità degli utenti con un video selfie: la nuova funzione per la sicurezza

Instagram implementerà una nuova funzione che consentirà di verificare l’identità degli iscritti alla piattaforma: il piano per contrastare bot e account falsi

Instagram
(Adobe Stock)

Importanti novità in arrivo su Instagram: per la verifica dell’identità, agli utenti sarà richiesto di filmare un video. Considerata come una piattaforma non sicura per gli adolescenti, la nota app di proprietà Meta (ex Facebook) ha già iniziato ad imporre agli utenti l’inserimento della propria data di nascita per garantire un maggior controllo sull’età minima richiesta per l’iscrizione al social.

Ora, si aggiunge anche la verifica dell’identità con video selfie, un metodo che servirà anche ad impedire la creazione dei profili falsi e degli account spam, non associati ad una persona realmente esistente.

LEGGI ANCHE >>> Bitcoin, il processo da 64 miliardi di dollari svela l’identità del creatore della criptovaluta

Instagram e il fenomeno degli account falsi:

Instagram verifica identità
(Unsplash)

Da molto tempo la piattaforma, una delle più utilizzate al mondo e con funzionalità che consentono agli utenti di generare anche dei profitti con la monetizzazione dei propri contenuti, è popolata da account fake e bot, pacchetti di utenti fittizi che generano numerosissimi commenti, visualizzazioni e ed altre interazioni false.

Spesso servono semplicemente a rimpinguare a pagamento il numero di followers di un account, ma dietro a questi profili si possono nascondere anche odiatori, i cosiddetti “hater”, oppure bot sospetti che, presentandosi con messaggi amichevoli, invogliano ignari utenti a cliccare sui link di provenienza sconosciuta contenenti malware.

In entrambi i casi, questi account privi di una vera e propria identità verificabile possono mettere a repentaglio la credibilità della piattaforma, ma anche la sicurezza degli utenti. Per questo, il team di Instagram ha deciso di implementare i video-selfie per provare l’identità degli iscritti.

LEGGI ANCHE >>> Google Pixel 6, arrivano (per ora in beta) due feature richiestissime dagli utenti

Il video dovrà essere registrato inquadrando il viso da diverse angolazioni secondo le indicazioni dell’app, allo scopo di fornire una visione completa dei volti, permettendo così all’algoritmo di individuare se si tratti di persone reali o meno. Meta assicura di avere a cuore la privacy degli iscritti, e che tali video saranno visibili solo alla compagnia, e usati esclusivamente per il riconoscimento e non per altri scopi, come per esempio la raccolta dei dati biometrici.

Inoltre, saranno cancellati automaticamente dopo un periodo di 30 giorni dalla data di registrazione. Per il momento, la verifica con video selfie è disponibile solo per i nuovi utenti, ma potrebbe essere esteso a tutti in futuro.