Noto influencer ne combina una delle sue. Ma stavolta finisce nei guai con la Giustizia

Disposti a tutto in nome delle visualizzazioni, di like e cuoricini. Sergey Kosenko, un noto influencer, ha pensato bene di ammanettare la sua ragazza sul tetto di un’auto, imbavagliata con un nastro adesivo e legata sopra la sua Bentley, andando in giro per le strade di Mosca, filmando il tutto e postandolo su Istangram.

Instagram (Adobe Stock)
Instagram (Adobe Stock)

Tutto molto bello (de gustibus, d’altronde), tutto molto interessante (migliaia di visualizzazioni e una valanga di commenti), se non fosse che ha dovuto fare i conti anche con la Giustizia. Già, l’ultima “genialata” di Kosenko è finita sulla scrivania dell’ispettorato statale del traffico di Mosca, che ha deciso di multare l’influencer e aprire un’indagine sull’incidente.

Follie da influencer: Kosenko, la Kiki e Bird Box Challenge

Instagram_ (Adobe Stock)
Instagram_ (Adobe Stock)

Kosenko, che ha costruito la sua popolarità da oltre cinque milioni di followers, pubblicando da tempo le sue pericolose acrobazie, si è difeso così: “Abbiamo provato questa cosa almeno 20 volte – scrive Kosenko – è uno dei tanti test di fiducia che facciamo a livello di coppia”. Il video istagrammato ha fatto guadagnare un bel po’ di followers, ma l’Ispettorato statale del traffico di Mosca non è rimasto impressionato né tantomeno ha creduto alla terapia di coppia. “I dipendenti dell’Ispettorato del traffico statale di Mosca hanno avviato un controllo sul fatto di un video pubblicato su Internet, in cui una ragazza è legata sul tetto di un’auto in movimento” direttamente con un altro post, su Telegram.

LEGGI ANCHE >>> Amazon e la rivoluzione dei reclami: rimborsi fino a 1.000 dollari per i clienti danneggiati

Kosenko ha scritto in un post su Instagram di follow-up che sia lui che la sua ragazza si sono scusati per l’incidente e che sono stati multati, anche se è improbabile che i 750 rubli (circa 10 dollari) portino alla bancarotta la coppia. Kosenko ha detto che è stato un “peccato” perdere i soldi.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp è un fiume in piena: arrivano novità all’interfaccia

Secondo la pubblicazione russa Life (fonte Insider), la Bentley non apparteneva a Kosenko e aveva 68 multe non pagate. Non è la prima volta che le buffonate di Kosenko attirano l’attenzione: è stato espulso dall’Indonesia per aver organizzato una festa in violazione delle regole di Covid-19, e ha fatto arrabbiare l’intera isola di Bali guidando una moto fuori da un molo mentre si teneva una donna sulla schiena.

Insider osserva che Kosenko sembra seguire una tendenza russa chiamata “trash streaming” o “thrash streaming“, in cui le persone si registrano mentre compiono atti pericolosi per denaro. Un trend che ha già portato a diversi decessi, tra cui quello di un uomo di 60 anni morto durante un live streaming dopo aver consumato 1,5 litri di vodka.

Ci sono star di TikTok che leccano la tavoletta del water per una “sfida al coronavirus”, ci sono persone che si sfidano nella vomitevole Tide Pods, una Challenge in cui si mangiano capsule per detersivi; da qualche settimana negli Stati Uniti regna sovrana la Kiki challenge, una specie di balletto per strada, sulla canzone “In My Feelings” del rapper canadese Drake, con tanto di multa da parte della polizia americana. C’è Bird Box Challenge (vagare bendati mentre qualche amico filma l’impresa). Per tutto il resto c’è Sergey Kosenko.